13.9 C
Roma
Dicembre 9, 2022, venerdì

Ultime News

Al Teatro Quarticciolo arriva la danza con “Body #1” e “First Things 1st” in scena 22 e 23 gennaio

- Advertisement -

Il 22 e 23 gennaio (rispettivamente alle 21.00 e alle 17.00) in prima nazionale al Teatro Biblioteca Quarticciolo un doppio appuntamento con la danza in collaborazione con l’Ambasciata di Israele in Italia con le coreografie Body #1 di Roni Chadash ispirato a PlatoneFirst Things 1st di Micheal Getman, primo capitolo di una coreografia in cinque parti.

Body #1 è un duo che esplora la relazione tra due corpi diversi che emergono nell’unisono. Sulla scena i due performer (i danzatori Maya Schwartz e Ido Barak) trovano strategie originali per muoversi come un organismo tentacolare. La partitura fisica reinterpreta visivamente e fisicamente il tema di “quell’altra metà” nella lettura dell’amore di Platone, che cerca di dare una ragione all’infinito desiderio umano di un legame. La coreografia è firmata da Roni Chadash, coreografa, performer e formatrice israeliana. Dal 2015, Roni esplora un particolare linguaggio in relazione a un panorama filosofico.

Teatro Quarticciolo, Body #1 e First Things 1st con le coreografie di Roni Chadash e Michael Getman

Nella sua ricerca fisica, Roni decostruisce il corpo e lo trasforma in forme e figure astratte. Le sue coreografie sono rappresentate in tutto il mondo e ha ricevuto numerosi premi per l’originalità, incluso il premio del Ministero della Cultura israeliano per i giovani coreografi nel 2018. First things 1st, come dice il titolo stesso, è il primo di cinque capitoli. Nelle sue creazioni, Micheal Getman usa parole e sguardi per raggiungere gli interstizi tra detto e non detto. Materia, forma, azione, oggetto e rappresentazione, affermazione e domanda, vacuità e Nulla. Il coreografo immagina un mondo in cui non c’è distanza tra il reale e il modo in cui lo conosciamo, perché quando le fondamenta stesse della società sono minate, e gli spazi dell’esistenza ridotti all’osso probabilmente saremmo spinti a rivolgere il nostro sguardo verso la nostra interiorità.

In scena Ariel Gilbert, giovane danzatore che ha collaborato con le compagnie The Inbal Pinto e Avshalom Pollak Dance Company e dal 2017 al 2020 è stato danzatore nell’ensemble giovani del Batsheva Dance Company. Dal 2020 è danzatore indipendente, nel 2021 ha cominciato il suo lavoro con Michael Getman. Michael Getman è un coreografo e performer nato in Israele, dopo aver completato la Bat Dor School of Dance sotto la direzione di Jeannette Ordman, è stato invitato ad entrare nella Batsheva Company. In seguito, è stato invitato a far parte del Ballet Freiburg Pretty Ugly in Germania, dove ha lavorato al fianco di coreografi come Ohad Naharin, Amanda K. Miller, Marguerite Donlon e William Forsythe.

Nella sua ricerca artistica, Getman esamina con curiosità le relazioni tra azioni del corpo, risposte cognitive ed esperienze soggettive così come la nostra capacità di reagire ai continui stimoli dell’esperienza grazie alle nostre emozioni. Il suo lavoro creativo si muove all’incrocio dei linguaggi tra danza, teatro e arti visive e le sue opere sono state presentati in diversi festival ed eventi in tutto il mondo. È vincitore di premi come Cross Connection Ballet, Denmark, and No Ballet, Germany.

Seguici su

Facebook, Metrò

Articoli Correlati

- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -