11.5 C
Roma
Ottobre 19, 2021, martedì

Arrestato il latitante bosniaco fuggito dal carcere nel 2019

- Advertisement -

La sera del 16 dicembre 2019 il 26enne bosniaco fugge dal carcere di Rebibbia sfruttando a suo vantaggio il beneficio del lavoro esterno all’istituto penitenziario. Individuato e arrestato martedì mattina nei pressi di un campo nomadi, in via Luigi Candoni.

La fuga nel 2019

Due anni fa il latitante S.Z. decide autonomamente di sottrarsi alla volontà giudiziaria e al regime carcerario cui era sottoposto. Quella sera, non fa ritorno al carcere di Rebibbia usufruendo del suo “privilegio” di semi-libertà lavorativa. Il 26enne sceglie di rimanere a Roma e di rifugiarsi in una baracca all’interno di un campo nomadi, sfruttando la boscaglia lì vicino come ipotetica via di fuga – la seconda.

L’arresto

A seguito delle numerose indagini e attività investigative durate due anni, le Forze dell’Ordine hanno individuato l’accampamento del latitante questa mattina. Bloccate tutte le possibili vie di uscita con l’appostamento di decine di unità e pattuglie, S.Z. è stato arrestato e consegnato all’Autorità Giudiziaria. Nonostante le avvertenze di amici e famigliari su ipotetici posti di blocco per incastrarlo, il latitante è tornato in manette grazie all’intervento degli uomini del XI Gruppo Marconi dei caschi bianchi e degli agenti dell’XI Distretto di Polizia della capitale.

Scritto da Simonetta Chiariello.

ttps://www.facebook.com/romanewsmetropolitanmagazine

Articoli Correlati

- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -