15 C
Roma
Dicembre 7, 2022, mercoledì

Ultime News

Assalto alla Raggi e a rischio la giunta: equilibri sempre più precari

- Advertisement -

In Campidoglio sono sempre più delicati gli equilibri, che potrebbero essere compromessi da un momento all’altro. La Sindaca Virginia Raggi si trova infatti a dover tenere coesa una maggioranza fortemente a rischio.

E’ ormai assalto alla Raggi, rimasta con numeri risicati in Aula. Ogni pretesto diventa infatti buono per mostrare la debolezza della sindaca, dalla mozione per la ZTL alla delibera Ama.

De Vito annuncia la sfiducia a Calabrese

La richiesta di tenere spenti i varchi elettronici almeno fino al 30 aprile, con il supporto di Marcello De Vito, ha fornito il pretesto per mettere nuovamente in crisi la maggioranza. E’ stato infatti il Presidente dell’Assemblea Capitolina ad annunciare l’intenzione di “Scrivere al prefetto” invocando “La pronta applicazione” della mozione sulla ZTL. Ed è stato sempre lui, il primo candidato Sindaco del M5s, a dichiarare che “In mancanza di ottemperanza” avrebbe presentato “Già in giornata una mozione di sfiducia all’assessore Calabrese”.

Intervistato da Romatoday, De Vito ha spiegato di aver “Già trasmesso la nota al prefetto” senza però aver ancora predisposto la mozione. “Se sarà presentata” ha aggiunto De Vito, “Sono pronto a votarla”.

La mozione di sfiducia non troverebbe l’appoggio di Stefàno

La mozione di sfiducia, anche se già annunciata, non è ancora stata presentata per un motivo ben preciso. Infatti, hanno fatto sapere esponenti del gruppo PD in Campidoglio, questa decisione per mettere in crisi la sindaca: ” Potrebbe rivelarsi un boomerang” . Questo perchè non troverebbe il supporto della fronda interna al M5S ed in particolare non avrebbe l’appoggio di Enrico Stefàno.

Il Presidente della commissione mobilità infatti, già in passato si era espresso in contrasto con la Sindaca sulle ordinanze di sospensione dei varchi elettronici. La Raggi dunque non starebbe venendo incontro alle richieste dell’Aula Giulio Cesare per evitare una nuova divergenza con Stefàno, con cui invece la Sindaca ha tutta l’intenzione di ricucire i rapporti. Una nuova rottura interna al Movimento sarebbe rischiosa, anche alla luce della perdita di 5 elette passate ai banchi dell’opposizione. Ad oggi, la maggioranza poggia si trova con 24 voti, sindaca inclusa, contro i 24 dell’opposizione.

Il passo indietro della Raggi sulla viabilità di Via La Spezia

La necessità della Raggi di recuperare i rapporti con Stefàno e con gli altri consiglieri della fronda l’ha portata a non rivedere il progetto di viabilità legato al quadrante di San Giovanni. La scelta infatti di andare incontro alle contestazioni dei residenti, bloccati nel traffico di via La Spezia e via Taranto, è stata subito contestata dal Presidente della commissione mobilità. I cambiamenti promessi in precedenza dalla Sindaca risulterebbero dunque bloccati a causa dei precari equilibri in Campidoglio.

Equilibri ancora precari

La Sindaca Raggi si trova dunque in una posizione decisamente scomoda, dove è costretta, talvolta, a compromessi per salvaguardare la maggioranza. Non è un caso infatti che l’assessore al Commercio, Andrea Coia, abbia assunto posizioni molto più morbide sulle ZTL. Il colpo di grazia tuttavia per la giunta potrebbe arrivare da un momento all’altro. Con tutta probabilità, però, non accadrà a causa della disattivazione delle Zone a traffico limitato. Su quel tema infatti, Raggi ha deciso di assecondare la volontà della fronda, sperando sia sufficiente per tornare alla quiete.

Seguici su Metropolitan Roma News

Articoli Correlati

- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -