16.2 C
Roma
Aprile 17, 2021, sabato

Bulgari dona una nuova illuminazione all’Ara Pacis

- Advertisement -

Dopo 16 anni l’Ara Pacis ha una nuova illuminazione, e Bulgari torna a sostenere la conservazione dell’arte a Roma. Il progetto della nuova illuminazione sul monumento è una collaborazione tra la maison francese e il comune di Roma. Bulgari ha partecipato con un finanziamento di 120.000 € e Roma Capitale ha contribuito con un sostegno pari a 86.300 euro. Un nuovo impegno per preservare e continuare a valorizzare la bellezza del patrimonio artistico.

Nel 2005 Richard Meier progettò una teca di pietra e vetro intorno al monumento, mettendola in contatto con la città attraverso mura trasparenti. La teca, un’opera che fondamentalmente, punta l’attenzione sull’altare che custodisce come un vero gioiello in un’unica navata centrale dalle pareti trasparenti su montanti in acciaio. Oggi l’intento della Sovrintendenza Capitolina è stato quello di migliorare la qualità visiva del monumento. Questo ha permesso di accentuare la percezione degli spazi architettonici. L’architetto Richard Meier, ideatore e progettista del complesso museale, ha vagliato e avallato l’intervento sull’illuminazione.

Nuova illuminazione all'Ara Pacis  photo credit: roma.repubblica.it
Nuova illuminazione all’Ara Pacis photo credit: roma.repubblica.it

Bulgari illumina “gioielli”

“Abbiamo pensato il sistema di illuminazione come gioiellieri, per valorizzare il monumento come fosse un gioiello, con tutti i suoi dettagli. Il nuovo progetto prevede anche la possibilità di modulare la luce secondo i diversi momenti della giornata. Cambiare colore, imitare i raggi del chiaro di luna. Tutto ciò con un risparmio energetico dell’85% (si passa infatti dai 57 kW delle lampade alogene agli 8,4 kW dei Led) e una manutenzione ridotta al minimo!.

“Con questo vogliamo dire grazie a Roma per l’ispirazione che ci ha sempre dato nella creazione dei nostri gioielli, e vogliamo fare di questa piazza un centro di cultura che darà nuovo lustro alla città. Queste le parole di Jean-Christophe Babin, AD della maison romano-francese (Gruppo Lvmh). Questo è il quarto “dono” da parte di Bulgari nel giro di sei anni che riguarda il patrimonio storico e artistico della Capitale.

di Loretta Meloni

Immagine di copertina (Nuova illuminazione all’Ara Pacis) photo credit: ilsole24ore.com

Facebook

Instagram

Twitter

Articoli Correlati

Il bando per il Distretto dell’Artigianato a Tor di Nona

E' stato pubblicato il bando per l’affidamento in concessione dei servizi di formazione, trasmissione dei saperi e di tutela dell’artigianato artistico...

Base di spaccio in una sala giochi a Roma: Polizia sigilla per 30 giorni

L'attività dovrà restare chiusa per 30 giorni con l'impossibilità di riapertura al pubblico. Dal controllo della sala giochi a Centocelle è...

Il nuovo volto dell’Area Sacra di Torre Argentina è a marchio Bvlgari

L'Area Sacra di Torre Argentina avrà presto un nuovo volto. Si conformerà al criterio di "accessibilità allargata". Questo grazie alla realizzazione...
- Advertisement -

Ultimi Articoli

Il bando per il Distretto dell’Artigianato a Tor di Nona

E' stato pubblicato il bando per l’affidamento in concessione dei servizi di formazione, trasmissione dei saperi e di tutela dell’artigianato artistico...

Base di spaccio in una sala giochi a Roma: Polizia sigilla per 30 giorni

L'attività dovrà restare chiusa per 30 giorni con l'impossibilità di riapertura al pubblico. Dal controllo della sala giochi a Centocelle è...

Il nuovo volto dell’Area Sacra di Torre Argentina è a marchio Bvlgari

L'Area Sacra di Torre Argentina avrà presto un nuovo volto. Si conformerà al criterio di "accessibilità allargata". Questo grazie alla realizzazione...

Dieci miliardi in infrastrutture. Nel Lazio: “Sblocco di 57 opere”

Dal governo arrivano dieci miliardi per sbloccare quelle opere di infrastrutture rimaste bloccate a causa della mancanza di liquidità. Nel Lazio...
- Advertisement -