Calciomercato Frosinone, perché prendere Reinier?

È stato un calciomercato pirotecnico per il Frosinone che sembra aver costruito una rosa solida per puntare con forza verso la salvezza. È infatti la permanenza in massima serie il grande obiettivo dei leoni gialloblù in questa stagione. Tra le tante operazioni di mercato, c’è un acquisto che resta (ancora) nebuloso da comprendere: perché Guido Angelozzi ha voluto puntare sul prestito secco Reinier?

Una squadra ricostruita (quasi) da capo. È stato un lavoro eccellente, almeno sulla carta, quello messo in campo dall’uomo forte delle trattative imbastite dai ciociari. Nella provincia laziale sono arrivati calciatori interessanti, giovani e più esperti, che potrebbero costruire un mix interessante venendo valorizzati dal gioco propositivo di Eusebio Di Francesco, tecnico che è voluto ripartire dal basso dopo le ultime annate disastrose. Uno degli oggetti misteriosi risulta essere Reinier, ragazzo brasiliano arrivato in prestito dal grande Real Madrid.

Calciomercato Frosinone: chi è Reinier?

(Credit foto – calciomercato.com)

Un talento che i Blancos sperano di recuperare il prima possibile. Magari grazie all’aiuto del Frosinone e del nostro campionato. Arrivato al Real Madrid dal Flamengo nel 2020 per una cifra astronomica di 30 milioni di euro, il ragazzo fin qui ha disatteso tutte le aspettative degli spagnoli. Dopo apparizioni positive con la squadra B dei madrileni, il brasiliano è stato mandato in prestito al Borussia Dortmund e al Girona, ma le sue avventure si sono rivelate fallimentari: un gol e un assist con i gialloneri e due gol e un assist con il club della Liga. Poco, anzi pochissimo, rispetto al potenziale che gli scout iberici avevano intravisto. Fin qui, il suo successo più grande si collega con la Nazionale brasiliana olimpica: insieme a Dani Alves ha vinto la medaglia d’oro.

Perché è un acquisto stravagante?

La motivazione di questa domanda sgorga da una frase proferita da Jorge Jesus, suo allenatore ai tempi del Flamengo. Il tecnico ha detto senza mezzi termini: “Reinier è fisicamente superdotato per il ruolo di seconda punta, ma non cercate di inventarlo altrove, non mettetelo sulle fasce perché lo strangolano“. Parole che stridono fortemente con l’attuale modulo che il Frosinone utilizza in campionato: Eusebio Di Francesco è fortemente legato al suo 4-3-3 che non prevede, quindi, l’utilizzo del trequartista/seconda punta, ruolo che sembra essere cucito su misura proprio per Reinier

(Credit foto – calciomercato.com)

Seguici su Google News

Pulsante per tornare all'inizio