32.3 C
Roma
Agosto 8, 2022, lunedì

Ultime News

Calciomercato Lazio, nonostante Cabral la delusione regna sovrana

- Advertisement -

Fino all’ultima ora di calciomercato i tifosi della Lazio hanno sperato in un ribaltone. Maurizio Sarri, con loro, sperava quantomeno nell’acquisto di un difensore, caldeggiato sin dalla scorsa estate. Le partenze avevano fatto presupporre lo sblocco dell’indice di liquidità, ma gli arrivi sono stati decisamente deludenti. E tra lo scontento della tifoseria che prepara una contestazione, la delusione del tecnico Sarri e la questione rinnovi che coinvolge anche il DS Igli Tare, la situazione a Formello si fa veramente complicata. La delusione regna sovrana in casa Lazio.

Calciomercato Lazio, il punto su acquisti e cessioni

Fino agli ultimi giorni di gennaio il calciomercato della Lazio è stato bloccato dall’indice di liquidità. Qualsiasi colpo in entrata dipendeva inevitabilmente da un’uscita, e le partenze faticavano a concretizzarsi. Al termine della sessione, però, le cessioni ci sono state. Hanno infatti lasciato la Capitale Vedat Muriqi, Denis Vavro, Alessandro Rossi, Jordan Lukaku e Gonzalo Escalante.

In entrata si è parlato a lungo di Nicolò Casale. La trattativa per il giovane difensore italiano si è però arenata, anche se magari si potrà riprendere il filo del discorso nella prossima sessione di calciomercato. Oltre a lui, Ghoulam era una pista per la fascia sinistra, poi si è pensato a Matias Vecino per il centrocampo, nome che resta caldo per un arrivo a zero a fine anno, e a Aleksey Miranchuk per l’attacco. Nessuno di loro è stato acquistato.

Alla fine dei conti gli arrivi sono stati due: c’è stato finalmente il tesseramento di Dimitrije Kamenovic, in standby da sei mesi, e sul gong finale il DS Tare ha chiuso l’acquisto di Jovane Cabral. Per quanto riguarda Kamenovic, si tratta di un terzino sinistro serbo classe 2000. Per il tecnico Sarri il ragazzo non è pronto a far parte della rosa biancoceleste, ed anche questo è un motivo per cui la sua trattativa era rimasta congelata. Jovane Cabral invece è un esterno d’attacco classe 1998. Originario di Capo Verde, il ragazzo è arrivato dallo Sporting Lisbona, con cui ha totalizzato finora in campionato 10 presenze, 1 rete e 1 assist.

Capitolo rinnovi

La situazione biancoceleste è resa ancora più complicata dai numerosi contratti in scadenza a giugno. Nella prossima sessione di calciomercato, con la mancata conferma di queste pedine, si preannuncia una vera e propria rivoluzione.

Sono in scadenza di contratto innanzitutto i due portieri, Reina e Strakosha. Il primo prevede nel suo contratto un rinnovo automatico in caso di qualificazione alle coppe europee, il secondo probabilmente se ne andrà dopo essere stato ripetutamente messo in discussione negli anni.

Il contratto in scadenza di Maurisic dovrebbe invece essere prolungato, l’esterno di difesa con grande probabilità rimarrà alla Lazio. Discorso differente per Luiz Felipe, il calciatore in scadenza con il valore di mercato più elevato. Si sta cercando un’intesa sul rinnovo, e secondo TuttoMercatoWeb le distanze si stanno assottigliando. Radu definirà il proprio futuro, anche in relazione alla possibilità di ritirarsi, a fine stagione. Potrebbe restare un anno ancora.

Infine Lucas Leiva con enorme probabilità trascorrerà in Italia gli ultimi mesi prima di tornare in Brasile, alla scadenza del contratto, mentre per Patric la situazione è più complicata. È rimasto in quanto rappresenta una delle poche alternative ai titolari in difesa, e la Lazio cercherà comunque di non perderlo a zero, forse proprio con una proposta di rinnovo.

Twitter

Instagram

Facebook

(Credit foto – pagina Facebook SS Lazio)

Articoli Correlati

- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -