Calciomercato Roma, ecco l’ombra della Saudi Pro League

I sogni, o gli incubi, dei dirigenti dei giallorossi potrebbero essere costellati dalla presenza dei cammelli. Scusateci per questa generalizzazione, ma le avventure oniriche degli uomini delle trattative capitoline potrebbero avere come protagonisti proprio gli iconici animali che si sono legati indissolubilmente con la cultura saudita. E proprio la Saudi Pro League dovrebbe intrecciare il suo cammino con il calciomercato della Roma. In positivo e in negativo, s’intende. Come già successo per Roger Ibanez.

L’ombra del massimo campionato calcistico saudita è pronto per sferrare diversi colpi in giro per il mondo e tra le tappe “pescose” potrebbe proprio esserci l’Italia. Con la Capitale in testa ai desideri degli emissari sauditi che avrebbero individuato diversi acquisti da mettere a referto. Dopo Sergej Milinkovic-Savic e Roger Ibanez, l’Arabia Saudita avrebbe messo nel mirino tre profili attualmente sotto contratto con la Roma. Ecco di chi si tratta.

Calciomercato Roma, l’Arabia Saudita piomba su Trigoria

(Credit foto – pagina Facebook AS Roma)

Occasioni e incubi pronti a manifestarsi in quel di Trigoria. Partiamo, ovviamente, dalle note che potrebbero essere più liete per le casse del club di Dan Friedkin: la Saudi Pro League si sarebbe interessata, ormai da tempo, a Leonardo Spinazzola e Chris Smalling. Il laterale italiano, scadenza 2024, si potrebbe liberare con un piccolo indennizzo, mentre il centrale inglese dovrà essere acquistato perché il suo accordo con il club romanista scadrà nel 2025. Nessuno è stato contento degli ultimi atteggiamenti dell’anglosassone e una separazione sarebbe, forse, la strada più saggia da percorrere.

Non è tutto oro quel che luccica, però. Romelu Lukaku è attualmente in prestito alla Roma dal Chelsea. I londinesi durante la prossima estate vogliono cedere, assolutamente, l’attaccante belga e i giallorossi avrebbero una mezza idea, in caso di cessione di Tammy Abraham, di trattenere l’ex Inter. La Saudi Pro League, però, sembra essere scesa pesantemente in campo per convincere l’attaccante oggi giallorosso. Come? Con un biennale da 30 milioni di euro a stagione. Oltre ai soldi del cartellino da girare ai Blues. Un’offerta che i romani non possono (e non vogliono) pareggiare.

(Credit foto – pagina Facebook AS Roma)

Pulsante per tornare all'inizio