12.8 C
Roma
Dicembre 8, 2022, giovedì

Ultime News

 Casa del Jazz, Jacopo Ferrazza presenta il nuovo album ”Fantàsia”

- Advertisement -

Sabato 5 marzo, ore 21, alla Casa del Jazz, il contrabbassista Jacopo Ferrazza presenta il nuovo album “Fantàsia” .

Casa del Jazz, il 5 marzo Jacopo Ferrara presenta il suo nuovo album

Sabato 5 marzo, ore 21, alla Casa del Jazz, il contrabbassista Jacopo Ferrazza presenta il nuovo album “Fantàsia”; insieme a un quintetto composto da Alessandra Diodati alla voce, Enrico Zanisi al piano, Livia del Romanis al violoncello e Valerio Vantaggio alla batteria.Dopo l’esperienza in solo di Wood Tales, pubblicato a febbraio 2021, Jacopo Ferrazza interpreta visioni fantastiche e oniriche; delineate dalla fusione organica di jazz moderno, musica cameristica ed elettronica.

Nelle nove tracce che compongono “Fantàsia”, uscito il 25 febbraio per la Teal Dreamrs Facotyr, si susseguono episodi immaginifici e apparentemente sconnessi; così come si presentano i sogni. Ecco, quindi, ritratti gli ultimi pensieri di un soldato pochi istanti prima di cadere durante lo sbarco in Normandia (La Course); e, ancora, le considerazioni sulla ciclicità del tempo ispirate da Siddharta (River Theater); o ancora il racconto surreale di un vortice spazio-temporale (Blue Glow). Ma anche percezioni sinestetiche, viaggi interstellari e una rinascita finale, tema caro a Jacopo Ferrazza, dopo “Rebirth” (Cam Jazz 2017).

Sound acustico, sonorità elettriche e pulsazione emotiva

La ricerca del contrabbassista di origini romane, qui nelle vesti anche di paroliere, prende vita grazie ad una formazione permeata da un sound acustico e dalle sonorità elettroniche, affidate principalmente ai synth di Enrico Zanisi. Una sceneggiatura in cui ciascuno dei componenti riveste ruoli determinanti, alla batteria di Valerio Vantaggio è assegnata, ad esempio, la pulsazione emotiva. Alessandra Diodati, qui alla sua prima esperienza discografica, rappresenta la guida che accompagna l’ascoltatore tra i diversi piani sonori e dimensionali. Il violoncello di Livia de Romanis manifesta il fuoco e l’impeto feroce tipico delle visioni notturne più vivide.

Al quintetto si aggiungono anche due gues eccellenti: la tromba di Fabrizio Bosso è lo strappo all’interno di un mondo costituito e il timbro shorteriano di Marcello Allulli ha un ruolo liberatorio e celebrativo nella parte finale del disco.

A tirare le fila della narrazione musicale è il contrabbasso di Jacopo Ferrazza che si affianca puntualmente a ognuno dei componenti rafforzandone la funzione.

“Fantàsia” è un album che testimonia la vitalità creativa di Ferrazza, che si manifesta anche nell’esplorazione non solo dell’immaginifico ma anche di quelle piccole zone d’ombra del nostro quotidiano in cui si cela una sottile linea di magia.

Seguici su FacebookInstagram e Metrò

Articoli Correlati

- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -