11.7 C
Roma
Novembre 27, 2022, domenica

Ultime News

Caso Cucchi: il processo sui depistaggi e il falso testimone

- Advertisement -

L’avvocato Diego Perugini, a quanto riporta il Corriere della Sera, si esprime sul processo Cucchi, definendolo uno tra i più gravi fatti nella storia del nostro paese.

Al processo sui depistaggi della vicenda relativa alla morte di Stefano Cucchi, l’avvocato che assiste la polizia penitenziaria, Diego Perugini, osserva: «Per trovare fatti di simile gravità bisogna risalire a Ustica o a via d’Amelio. Cercherò di rispondere a una domanda: era davvero necessario? Era davvero indispensabile agire così?».

In riferimento alla vicenda di Samura Yaya, il testimone anti-penitenziaria al primo processo Cucchi, l’avvocato afferma che si è trattato di un falso testimone e precisa: «Quando sono usciti fuori tutto i depistaggi chiesi a Musarò di accertare se qualcuno, tipo un agente dei carabinieri, fosse entrato in carcere per accordarsi con Yaya ma, sorpresa, i registri erano andati perduti così io che non potrei affermare la falsità di Yaya. Ma lo affermo».

Processo Cucchi: i depistaggi

Secondo Perugini, a quanto riporta il Corriere, la regia dei depistaggi non può essere ricondotta solo al generale. L’avvocato fa infatti riferimento all’allora comandante del comando provinciale, che era appena andato in pensione.

Riguardo la questione dei risarcimenti giudiziari, il penalista fa riferimento a un danno morale che è stato scaturito da diversi anni di processi. «Ha dovuto rinunciare a una vita di decoro. E’ stato additato da tutti e dopo il proscioglimento è stato comunque indicato come colui che se l’era cavata».

Sulla vicenda, si esprime anche Serena Gasperini, avvocato di Riccardo Casamassima, colui che ha permesso di riaprire l’inchiesta sulla morte di Stefano Cucchi: «Casamassima è stato descritto come un ‘rompiscatole’, lui invece, quella divisa e quel giuramento li ha sempre rispettati. Disciplinarmente lo hanno devastato ma lui non ha chinato la testa».

Valentina Cuffaro

Seguici su Metropolitan Roma News

Articoli Correlati

- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -