36.3 C
Roma
Agosto 7, 2022, domenica

Ultime News

Cena negazionista a Roma: erano in 57 a tavola

- Advertisement -

Un venerdì sera movimentato a Roma. In un locale del Portuense si è tenuta una cena fra liberi professionisti dell’area contestatrice e in seguito è intervenuta la Polizia. All’Ippodromo delle Capannelle pranzo e scommesse e sono state rilasciate 57 multe.

Gli agenti del commissariato San Paolo hanno multato 57 persone compreso il titolare del ristorante “Sale e peperoncino”, a cui è stata intimata una sanzione per 5 giorni. La cena è stata quindi interrotta e in molti, in quanto negazionisti, hanno rifiutato di farsi identificare.

Il ristorante, in vigore delle norme vigenti, avrebbe dovuto rimanere chiuso. La polizia si è accorta della cena festosa date le auto di grossa cilindrata parcheggiate all’ingresso del locale. A tavola c’erano esponenti di movimenti negazionisti con collegamenti anche all’estero, i quali, contestando i provvedimenti anti-Covid si sentivano tenuti a non rispettarli: 400 euro di multa per ogni partecipante alla cena. Il locale nonostante da lunedì si passi in zona gialla potrà riaprire solo mercoledì prossimo.


Presso il ristorante dell’Ippodromo delle Capanelle, 75 persone radunate per una cena a prezzo conveniente ma non facenti parte delle scuderie autorizzate a frequentare la mensa interna del locale, sono state multate perchè assembrate e senza mascherina. Il ristoratore è stato multato.

Marito e moglie, residenti fuori Roma, che sono usciti dal loro comune di residenza per raggiungere Roma senza giustificato motivo sono stati denunciati per scommesse clandestine. Il commissariato Romanina li hanno sorpresi a raccogliere giocate abusive su corse di cavalli: 700euro di sanzione.

Articoli Correlati

- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -