21.2 C
Roma
Maggio 9, 2021, domenica

Coronavirus Roma, problemi di connessione delle scuole: reti intasate

- Advertisement -

Dopo il nuovo Dpcm, le scuole superiori stanno cercando di riorganizzare la didattica a distanza al 75%, come prevede il decreto, ma qualche preside ha già deciso di lasciare a casa le classi dalla seconda alla quinta; tra gli insegnanti, però, c’è chi continua a collegarsi alle piattaforme online utilizzando la rete della scuola, causando problemi di connessione. Questo disagio ha spinto l’Ufficio Scolastico Regionale ad aggiungere ulteriori raccomandazioni alle indicazioni già diffuse tra i vari istituti. “Nei giorni in cui i docenti sono impegnati con classi esclusivamente a distanza – scrive Rocco Pinneri, Direttore generale – Sarebbe opportuno che svolgessero la didattica in modalità agile, dal proprio domicilio, così da ridurre ulteriormente il numero di persone in mobilità, nonché il carico sulla connessione a internet della scuola“.

Scuole con problemi di connessione

I problemi di connessione sono un disagio comunemente diffuso tra molte scuole della città. “Città Metropolitana non ha risolto il problema dell’allacciamento della fibra di una sede con 26 classi e 700 alunni, non ha proprio risposto alle nostre richieste – segnala Stefania Senni, preside del liceo Avogadro di Coppedè – Ho così deciso di chiedere al consiglio di istituto di autorizzare la spesa di un contratto con la Tim, circa 10mila euro per tre anni, anche se non mi sembra giusto“. L’insofferenza delle scuole e il nuovo decreto hanno costretto molti dirigenti scolastici a pianificare la didattica a distanza per la grande quota parte delle classi, al fine di assicurare il proseguimento della formazione degli alunni al meglio delle possibilità.

Continua a seguirci su Roma Metropolitan Magazine.

Articoli Correlati

- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -