7.7 C
Roma
Aprile 20, 2021, martedì

Danneggiamento Barcaccia: condanne fino a 4 anni per i tifosi del Feyenoord

- Advertisement -

Il processo è terminato e si è concluso con condanne fino a 4 anni di reclusione per i responsabili dei danneggiamenti alla Barcaccia. Era il 19 febbraio 2015 quando si verificarono degli scontri a Piazza di Spagna in occasione della partita Roma-Feyenoord. Quasi sei anni dopo sono arrivate le condanne per i tifosi olandesi che si sono resi protagonisti di uno spregevole gesto. Danni, bottiglie e spazzatura gettata dentro la scultura del Bernini, un atto riprovevole che causò sdegno tra i romani. Oggi, finalmente, il verdetto.

I fatti del 19 febbraio 2015: Barcaccia vandalizzata prima dell’incontro di Europa League

Chi c’era ricorda bene quella giornata. Si doveva giocare una partita di Europa League tra Roma e il Feyenood. Gli hooligans arrivarono nella Capitale e pensarono bene di lasciare segni tangibili della loro presenza. Invasero il centro di Roma, ubriachi, per poi cominciare a tirare bottiglie e spazzatura in una delle fontane simbolo della Città Eterna, la Barcaccia. Proprio una bottiglia scheggiò una parte della fontana e il bordo del catino si ruppe in più punti. L’arrivò degli olandesi creò il panico, i turisti fuggirono spaventati, mentre i negozianti abbassarono le saracinesche dei negozi per evitare danneggiamenti.

La sentenza è arrivata

A distanza di quasi sei anni la sentenza del processo indetto contro i tifosi olandesi è arrivata. I sei hooligans sono stati condannati per reati di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e radunanza sediziosa. Gli anni di reclusione vanno dai 3 anni e 8 mesi fino ai 4 anni. In più, i sei goliardici tifosi dovranno risarcire il Codacons – parte civile nel processo – con 3.000,00 euro di indennizzo e dovranno pagare le spese legali pari a 2.400,00 euro circa.

Valentina Trogu

Seguici su Metropolitan Roma News

Articoli Correlati

- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -