23.9 C
Roma
Agosto 8, 2022, lunedì

Ultime News

Falsi screening: agli arresti domiciliari una dirigente dell’Asl

- Advertisement -

Risale alla mattinata di oggi, 31 maggio, l’esecuzione di una ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari per una dirigente dell’Asl Roma 6. In seguito ad indagine condotta dal nucleo Nas dei Carabinieri di Roma, è emerso che la dirigente avrebbe affermato di aver seguito una serie di falsi screening oncologici, mai realmente effettuati.

Falsi screening oncologici: gli arresti domiciliari per la dirigente dell’Asl

Il tutto sarebbe partito dall’attività investigativa del nucleo Nas dei carabinieri di Roma capitale, i quali attraverso intercettazioni telefoniche ed ambientali, sia video che audio, sono giunti alla conclusione che una dirigente dell’Asl Roma 6 stesse portando avanti svariate attività illecite, se non addirittura illegali. Tra queste, spiccano sicuramente i falsi screening oncologici che la dirigente avrebbe affermato di aver eseguito su pazienti del tutto ignari. La donna avrebbe infatti eseguito una serie di pap-test ed altri esami della cervice-uterina su pazienti mai realmente testati, producendo «false certificazioni attestanti l’avvenuto screening oncologico a beneficio di ignari pazienti» che non avrebbero mai seguito l’iter di screening.

L’obiettivo principale della dirigente sarebbe stato quello di implementare i risultati dell’ufficio da lei diretto per «mantenere e/o migliorare la propria posizione nelle gerarchie della azienda sanitaria Locale della Roma 6». I certificati sarebbero poi stati caricati sulla piattaforma regionale Sipso, per i servizi di screening oncologici, per far aumentare il numero di dati presenti nella banca dati, così da nascondere dei risultati decisamente meno soddisfacenti di quelli dichiarati. La dirigente si trova al momento agli arresti domiciliari: a comunicarlo una nota del nucleo Nas dei carabinieri della capitale, affiancati dai militari dell’Arma Territoriale e su disposizione dell’A.G. di Velletri. Nella mattinata di oggi l’autorità giudiziaria di Velletri ha disposto l’applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari per la dirigente dell’Asl Roma 6

Maria Claudia Merenda

Seguici su Google News

Articoli Correlati

- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -