Formia, nuova ordinanza: mascherine obbligatorie anche all’aperto

Nuove regole a Formia, dopo l’ultimo focolaio di qualche giorno fa, il sindaco ha firmato una nuova ordinanza, mascherine obbligatorie anche all’aperto.

“Dalla lavorazione dei primi 94 tamponi relativi al focolaio di Formia, sono emersi 17 positivi. Domani sera si dovrebbe avere il quadro completo delle positività. Nelle more, la Asl di Latina di concerto con il Sindaco di Formia, ha deciso di attivare un Drive in provvisorio che inizierà a funzionare da domani sabato 19 settembre dalle ore 14 nell’area del mercato di Formia. Si invitano tutti coloro che ritengono di aver avuto contatti con i luoghi in cui si concentra il focolaio di  Formia, di recarsi al Drive in, per il tampone rapido. L’accesso è spontaneo e non richiede la prescrizione medica. Il Drive in proseguirà la propria attività anche nelle giornate di domenica 20 e lunedi 21 settembre. L’Azienda invita a distribuirsi nelle tre giornate al fine di evitare lunghe attese. Si invitano tutti i cittadini ad indossare le mascherine anche nelle ore diurne e rispettare rigorosamente le disposizioni in materia di prevenzione”.

Questa la comunicazione relativa al focolaio che si è sviluppato a Formia, nel sud pontino, che conta in tutto 17 persone positive a coronavirus. Nel frattempo il sindaco Paola Villa ha firmato una ordinanza relativa all’obbligo di indossare le mascherine nel territorio comunale.

“Ogni cittadino, quando esce dalla propria abitazione e si trova in un luogo pubblico, deve obbligatoriamente indossare una mascherina protettiva (mascherina chirurgica, mascherine monouso o mascherine lavabili, anche auto – prodotte, in materiale multistrato, idonea a fornire una adeguata barriera per la protezione del naso e della bocca), salvo situazioni in cui è previsto l’utilizzo di mascherine con protezione di livello superiore (particolari luoghi di lavoro sensibili). La mascherina, inoltre, deve essere sempre utilizzata in ambienti chiusi, nei luoghi aperti al pubblico o in luoghi in cui si incontrano persone”, si legge nella nota diffusa dal Comune. Il focolaio sarebbe esploso dopo il contagio riscontrato su un noto imprenditore della zona

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here