21.5 C
Roma
Agosto 10, 2022, mercoledì

Ultime News

Guerra Russia-Ucraina: “Noi ucraini a Roma siamo pronti a combattere per la pace”

- Advertisement -

La Russia interviene militarmente in Ucraina a febbraio di otto anni fa e, nonostante il tempo, la situazione sembra non essere migliorata. Oles Horodetskyy, presidente dell’Associazione cristiana degli ucraini in Italia, vorrebbe sconfiggere il nemico che è la guerra, ma deve limitarsi ad imparare a conviverci.

Situazione ucraina: gli ucraini vogliono la pace ma sono pronti a combattere

Horodetskyy rappresenta un centinaio di cittadini ucraini a Roma, ha partecipato a una manifestazione a Napoli e si è recato a Kiev. «Rispetto al 2014 la situazione è peggiorata perché oggi la Bielorussa di Lukashenko è completamente asservita a Putin mentre nel 2014 avevano una posizione meno netta — sottolinea — quello che chiediamo è che i Paesi europei e la Nato si muovano con una sola voce».

Si stima che nella Capitale Romana siano almeno 20mila i cittadini di origine ucraina e diverse associazioni si sono organizzate per inviare medicinali e viveri ai soldati e alle famiglie del paese in difficoltà. Horodetskyy afferma che per ora la vita quotidiana in Ucraina non è cambiata, che tutte le attività continuano ma che, se la situazione si aggravasse, si cercherà di portare le fasce deboli della popolazione in Italia, mentre i giovani saranno costretti a tornare nel paese di origine: gli uomini per combattere e le donne per rendersi utili con malati e feriti.

Intanto ieri sono atterrati a Fiumicino i primi voli dall’Ucraina dopo l’invito della Farnesina a lasciare il Paese. Preoccupato per quello che potrebbe succedere, ma desideroso di pace, Horodetskyy cerca di migliorare la situazione donando più che la speranza, una grande dose di solidarietà.

Per rimanere aggiornato visita Metropolitan Magazine

Articoli Correlati

- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -