11.7 C
Roma
Novembre 27, 2022, domenica

Ultime News

IF/INVASIONI (dal) FUTURO_NEW ERA*2022, il progetto al Teatro India dall’1 Agosto

- Advertisement -

Dopo otto anni di lavoro stratificato per la città di Roma torna la cittadella stellare IF/INVASIONI (dal) FUTURO_NEW ERA*2022, progetto multidisciplinare che lacasadargilla dedica alle scritture e ai temi sempre più contemporanei della fantascienza.

IF/INVASIONI (dal) FUTURO_NEW ERA*2022, il programma

IF/INVASIONI (dal) FUTURO_NEW ERA*2022, il progetto al Teatro India dall'1 Agosto
  Credits: Ufficio Stampa IF/INVASIONI (dal) FUTURO_NEW ERA*2022

Per questa nona edizione IF abita il Teatro India dall’1 al 7 agosto sperimentando un dispositivo misto; ‘digitale’ e ‘dal vivo’, che alterna nei diversi orari della giornata. Spettacoli musicali in forma di melologhi sci-filaboratori e workshop pomeridianiun’istallazione site specific e multimediale, una conferenza filosofico-letteraria, un palinsesto radiofonico quotidiano.

La cittadella stellare apre le porte il 1 agosto con la messa in onda della prima puntata di RADIO IF_NEW ERA*2022 (sulla piattaforma spreaker) e il workshop per attori, performer, musicisti e artisti visivi ispirato dal romanzo di Grady Hendrix, HORRORSTÖR, condotto da Fabio Condemi per tutta la durata della manifestazione con apertura al pubblico il 7 agosto; mentre dal 2 al 6 si terrà il laboratorio di scrittura teatrale PICCOLA BOTTEGA guidato da Roberto Scarpetti per autori teatrali e drammaturghi organizzato da lacasadargilla e in collaborazione con PAV. Entrambi i laboratori, per partecipanti selezionati tramite call, sonointeramente gratuiti e offrono così un’occasione di studio e alta formazione accessibile a tutti.

Tra fantascienza e orrore

In questa nuova edizione 2022 IF/INVASIONI (dal) FUTURO_NEW ERA sconfina dalla fantascienza contemporanea verso l’orizzonte dell’orrore e a un mondo narrativo prossimo al cosiddetto horror, con il debutto, il 3 e 4 agosto, in prima nazionale dello spettacolo multimediale GLI UCCELLI, tratto dal racconto di Daphne Du Maurier fonte di ispirazione del celebre film di Alfred Hitchcock. Una natura animale fuori controllo, una forza perturbante e ostile dalle motivazioni oscure che attacca l’uomo con la precisione delle macchine. Un universo animale coeso che ragiona come massa – “Tutti insieme.

Bianchi e neri ci mescoliamo in strane amicizie” – e che rovescia le categorie familiari con cui gli umani ordinano il mondo. Stormi di gabbiani, rapaci o uccelli di piccola taglia che, nell’adattamento originale di Roberto Scarpetti, diventano voce narrante. Scritto nel 1952, Gli Uccelli ci parla, con la preveggenza tipica della fantascienza, di ecofobia, di un clima improvvisamente mutato, di un inverno nero e di un’apocalisse che arriva dal cielo, metafora dell’atomica.

Le tematiche

Dal 5 al 7 si continua a riflettere sul tema della natura alla fine del mondo con il romanzo a puntate TRILOGIA DELL’AREA X di Jeff VanderMeer, un grande affresco sul tema della Selva proposto nella forma inedita della serialità teatrale: tre episodi corrispondenti ai tre romanzi della raccolta. Una grande immersione in una zona – mutata e aliena – nata misteriosamente al centro della Terra, che altera ogni creatura e manipola lo scorrere del tempo come un organismo esteso, senziente di natura radicalmente non umana. Si inizia con Annientamento dove ci addentriamo nello sfasamento percettivo e psichico provocato dall’Area X; 

si prosegue con Autorità dove la Southern Reach, l’agenzia governativa che indaga gli enigmi dell’Area X si trasforma in un labirinto infestato proprio da quell’organismo selvatico che dovrebbe controllare; la trilogia si conclude con Accettazione dove le vicende e i personaggi dei volumi precedenti si intrecciano secondo un formidabile meccanismo narrativo che si muove avanti e indietro nel tempo e nella psiche dei protagonisti.

 IF/INVASIONI (dal) FUTURO_NEW ERA*2022, lo stile degli spettacoli

Gli spettacoli sono realizzati in forma di melologo concertato per parole musica e immagini. Un impianto scenografico essenziale formato da cinque stendardi divide lo spazio – al tempo membrana semitrasparente e supporto di immagini luminescenti. Un concept musicale inedito fatto di suoni concreti, elettronica e accenni di musica classica si alterna alle voci narranti. Curano la regia degli spettacoli Lisa Ferlazzo Natoli e Alessandro Ferroni, gli adattamenti sono di Roberto Scarpetti; i paesaggi sonori di Gianluca RuggeriAlessandro Ferroni e Fabio Perciballi; le immagini di Maddalena Parise disegnano l’ambientazione insieme ai colori e alle costellazioni dei costumi di Camilla Carè;

i toni lividi e i tagli delle luci Omar Scala illuminano la scena. A mettere in voce e concertare ogni racconto gli attori: Lorenzo Frediani, Tania Garribba, Arianna Gaudio, Silvio Impegnoso, Fortunato Leccese, Anna Mallamaci, Paolo Minnielli, Alice Palazzi, Stefano Scialanga, Camilla Semino Favro, Francesco Villano, Roberta Zanardo. Eseguono le musiche dal vivo: Gianluca Ruggeri, Gabriele Coen, Ivano Guagnelli, Fabio Perciballi, Gianfranco Vozza.

Al calar della sera a dare inizio alle serate sulla grande facciata del teatro India, l’istallazione multimediale site specific Across the Universe into a Paper Cup #3 a cura di Alessandro Ferroni eMaddalena Parise. Immagini e suoni trasformano la facciata del Teatro in una soglia che apre all’universo immaginifico di IF_NEW ERA*2022.

Il 4 agosto sarà la volta della conferenza di filosofia e letteratura La Terra senza noi, a cura di Dario Gentili con la partecipazione di Daniele Balicco, per riflettere sull’agentività del non umano, di una natura che agisce secondo logiche proprie nel finire del nostro mondo.

Seguici su Google News

Articoli Correlati

- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -