13.3 C
Roma
Dicembre 2, 2022, venerdì

Ultime News

Incendio in via Cassia: coinvolta una motofficina

- Advertisement -

Continua a salire il numero di roghi divampati su tutto il territorio di Roma. L’ultimo incendio, scoppiato nella notte del 7 giugno, si è diffuso all’interno di una motofficina in via Cassia. Anche stavolta nessuna persona è rimasta ferita o intossicata.

Incendio in via Cassia: l’intervento dei Vigili del Fuoco nella motofficina

È successo tutto nella notte di ieri, 7 giugno 2022, intorno alle 21.30. In una motofficina – specializzata in vendita, assistenza e ricambi per moto e scooter – di via Cassia al civico 1194, nella zona de La Giustiniana, un incendio è divampato per cause ancora ignote. Le fiamme si sono diffuse nel Cassia Garage Undici94 ed hanno distrutto cinque scooter e danneggiato altri quindici, per un totale di venti mezzi coinvolti nell’incendio. Per fortuna, anche questa volta nessuna persona è rimasta ferita o intossicata dai fumi. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della stazione di La Storta e due squadre dei Vigili del Fuoco di Roma – allertati dai residenti che hanno incominciato ad avvertire l’odore di plastica bruciata -, i quali non sono ancora riusciti a ricostruire la dinamica dell’incendio: si pensa che a causare il rogo sia stato un corto circuito nell’impianto elettrico, ma non si escludono anche altre ipotesi.

È il secondo incendio divampato nel corso di due giorni. Soltanto la notte prima, tra il 6 ed il 7 giugno, le fiamme avevano avvolto – sempre per cause ignote – un capannone adibito a magazzino del Centro Servizi Cine Tv, al civico 1006 sulla via Tiburtina di Roma, diffondendosi per circa 300 metri. Anche lì i danni si sono limitati ai soli oggetti: le fiamme hanno distrutto numerose bobine cinematografiche, attrezzature e macchinari per le riprese televisive e non, così come altro materiale che è stato impossibile da recuperare perché ridotto in cenere. Nessuna persona è rimasta coinvolta nell’incendio. Anche in questo caso i residenti della zona hanno allertato i Vigili del Fuoco dopo aver incominciato ad avvertire odore di plastica bruciata.  

Maria Claudia Merenda

Seguici su Google News

Articoli Correlati

- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -