25.5 C
Roma
Agosto 18, 2022, giovedì

Ultime News

Incendio in via Tiburtina: distrutto un capannone del Centro Cine Tv

- Advertisement -

Un vasto incendio è divampato nella notte tra il 6 ed il 7 giugno 2022 in via Tiburtina, coinvolgendo un capannone del Centro Servizi Cine Tv. La dinamica del rogo è ancora ignota. Nessuna persona è rimasta coinvolta.

Incendio in via Tiburtina: le cause dell’incendio che ha coinvolto il capannone sono ancora ignote

È successo tutto nella notte di ieri, tra il 6 ed il 7 giugno 2022. Sulla via Tiburtina di Roma, all’altezza del civico 1006 nella zona compresa tra Rebibbia e San Basilio, un incendio è divampato per cause ancora ignote ed ha coinvolto un capannone adibito a magazzino della Cinema Communications Eurolab, il quale è andato completamente a fuoco. Le fiamme si sono allargate per circa 300 metri quadrati, distruggendo numerose bobine cinematografiche, attrezzature e macchinari per le riprese televisive e non, così come altro materiale che è stato impossibile da recuperare. La richiesta d’intervento è arrivata ai Vigili del Fuoco poco dopo le 3.00 del mattino, i quali sono intervenuti tempestivamente sul luogo dell’incendio e sono riusciti a domare le fiamme dopo circa quattro ore, riuscendo a spegnerle definitivamente intorno alle 7.30. Per fortuna i danni si limitano ai materiali cinematografici presenti nel capannone e nessuna persona è rimasta ferita o intossicata.

Le cause scatenanti dell’incendio sono ancora da ricostruire, ma dai primi accertamenti dei Vigili del Fuoco che si sono occupati di domare le fiamme queste sarebbero divampate per cause accidentali. Alle indagini si sono aggiunti i membri del commissariato di San Basilio e del commissariato Prenestino, i quali si sono diretti in via Tiburtina per ascoltare le parole del proprietario dell’attività industriale coinvolta nell’incendio. Molti cittadini della zona est di Roma sono stati svegliati dal forte odore di plastica bruciata e dalla colonna di fumo che è stata avvistata da molti quartieri della città, tanto da esser costretti – come si legge in alcuni post Facebook – a chiudere le finestre. 

Maria Claudia Merenda

Seguici su Google News

Articoli Correlati

- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -