27.6 C
Roma
Aprile 14, 2024, domenica

Ultime News

Continua a leggere altre news simili

Lazio, parla il presidente Claudio Lotito: “Non penso che queste cose succedano per caso”

Per una volta probabilmente tutti i Laziali si troveranno d’accordo con le parole di Claudio Lotito. La partita di ieri è stata difficile da commentare per via dei tanti episodi che l’hanno fortemente condizionata e davanti ad un incontro del genere non si può soprassedere. Al termine della gara contro il Milan, il presidente della Lazio è intervenuto davanti agli organi di stampa per le interviste post gara e ha annunciato che si muoverà nelle sedi opportune, a disposizione di tutti i cittadini, per fare in modo che direzioni arbitrali così non ci siano più per nessuna squadra.

La Lazio è furiosa e come darle torto. Davanti ad una buona prestazione, solo fattori esterni hanno minato la prova di una squadra biancoceleste che a tratti aveva anche dominato il Milan. Poi ha clamorosamente finito il match in 8 uomini e con espulsioni difficilmente spiegabili. Anche quella di Pellegrini, perché se torniamo indietro a Cagliari-Empoli dello scorso 30 dicembre succede una cosa bizzarra: Zappa viene espulso, ma poi il VAR interviene e ravvisa un fallo su Pavoletti ad inizio azione. La domanda diventa, perché ieri con il colpo in faccia a Castellanos ciò non è avvenuto? Probabilmente non ci saranno mai delle risposte per questo quesito. Resta però, come detto, la rabbia e le parole di Lotito ai microfoni di Lazio Style Channel.

Claudio Lotito: “Mai vista una partita così. Non penso che queste cose succedano per caso”

Lotito Pagina Facebook Lazialità
Lotito Pagina Facebook Lazialità

Queste le parole del presidente della Lazio Claudio Lotito, riprese da Lalaziosiamonoi: “I fatti si commentano da soli, o sbaglio? Il buongiorno si vede dal mattino come si dice, nel momento in cui si verificano delle situazioni in un certo tipo e vengono prese certe decisioni, significa che le decisioni non sono conformi a quelle che dovrebbero essere le aspettative di qualsiasi spettatore o persona terza. Dal momento che si vivono queste situazioni, dobbiamo farci valere in altre sedi. Non è la prima volta che capitano certi episodi, abbiamo sempre avuto un comportamento all’insegna del rispetto delle istituzioni. Capiamo che alcuni episodi non possono essere garantiti sul piano della terzietà e dobbiamo rivolgersi a istituzioni terze che possono restaurare un certo equilibrio e serietà”.

Poi prosegue: “Mai vista una partita così. Quando succedono degli episodi non succedono per caso, significa che il sistema non è più in grado di garantire la terzietà, si vince per merito. Se avessimo continuato la partita saremmo rimasti in 7 e c’era la sconfitta a tavolino, perché non c’era il numero sufficiente di giocatori. Il tema è che uno si deve porre il problema che non è della Lazio, la Lazio è il capro espiatorio, parlano i fatti. Non è la prima volta che succedono fatti che non sono in linea con valutazione terza. Dal momento che il sistema non è grado di garantire terzietà è chiaro che ci si rivolge all’esterno e questi potrebbero svelare retroscena. Non penso che quando succedono queste cose, succedano per caso. Parlo io perché non devo mandare messaggi e segnali. Io sono fatto per i fatti, per la politica dei fatti”.

Seguici su Metropolitan Magazine

Seguici su Google News

Gli articoli più letti