22.1 C
Roma
Ottobre 1, 2022, sabato

Ultime News

Lazio, grana Caicedo e delusione Muriqi: Mayoral è un rimpianto?

- Advertisement -

Un’occasione persa: Borja Mayoral è stato uno dei tanti nomi associati alla Lazio, ma l’affare non si è mai concluso. L’attaccante ha deciso di approdare a Roma ma con la maglia giallorossa: lo spagnolo, infatti, si è aggregato alla corte di Fonseca nella scorsa sessione di calciomercato estivo destando, almeno inizialmente, pochissimi rimpianti. Da quando gioca in Serie A, il numero 21 ha collezionato 10 presenze realizzando tre gol (uno ogni 119 minuti) e fornito due assist ai suoi. Questi sono i grandi numeri di uno dei tanti profili scartati dal Real Madrid. Insieme a Theo Hernandez e Hakimi, il centravanti sta trovando sempre più spazio nel campionato ed è un giocatore di prospettiva.

L’attuale situazione in avanti dei biancocelesti di Simone Inzaghi, arrivati al nuovo anno, potrebbe trasformare in rimpianto il mancato acquisto dell’ex Levante: Felipe Caicedo è sul piede di guerra nonostante le ottime prestazioni e Vedat Muriqi, il grande colpo estivo di Igli Tare, fin qui non ha dimostrato di valere i soldi (tanti) spesi per il suo cartellino. Il mister piacentino, però, può aggrapparsi ad uno straordinario Ciro Immobile che, regolarmente, timbra il cartellino. La Lazio deve intervenire in attacco?

La trattativa iniziata con la Lazio in estate ed il trasferimento alla Roma

Con le prestazioni che sta regalando ai rivali della Roma, Mayoral ha già messo in chiaro le cose con la società giallorossa. Al momento, la formula dell’investimento su di lui è di un prestito biennale da 2 milioni, con la possibilità di riscatto entro il 30 giugno 2021. Costruzione della trattativa che sarebbe stata vantaggiosissima anche per la Lazio. Lo spagnolo sta vivendo il suo momento d’oro ed è arrivata l’ora di avere una maglia da titolare, scalando le gerarchie dietro al totem Edin Dzeko.

Strano il destino. Perché a luglio si parlava già di uno sbarco a Roma per Mayoral: l’arrivo a Fiumicino, infatti, avrebbe dovuto avere le tinte biancocelesti. In estate Igli Tare, direttore sportivo della Lazio, aveva portato avanti la trattativa con il ventitreenne a grosse cifre. L’affare, infatti, si sarebbe dovuto concretizzare intorno ai 15 milioni, 13 più bonus, con i Blancos che avrebbero ottenuto il diritto di recompra, in caso di futura rivendita, fissato a 35 milioni. Ma alla fine non si fece più nulla: lo spagnolo, quando ormai la Lazio si era defilata definitivamente, decise di vestire i colori giallorossi, tanto amati da Mayoral che è sempre stato un grande fan di Totti.

Caicedo cerca la cessione, Muriqi ha deluso: serve un attaccante?

Un grande rimpianto del mercato della Lazio perché, proprio nella sessione estiva, Igli Tare ha voluto a tutti i costi Vedat Muriqi. Il turco non ha ancora inciso sulle sorti dei biancocelesti ed il suo investimento non rivendica i soldi spesi. I 17,5 milioni di euro spesi più 1,5 di bonus e il 5% dell’eventuale futura rivendita del calciatore al Fenerbahce sembrano, ad oggi, un’enormità. Il possibile addio di Felipe Caicedo inoltre, aumenta le polemiche sulla gestione del pacchetto offensivo e lascia scontenti praticamente tutti. Che l’ecuadoriano vada via o no, una cosa è sicura: Borja Mayoral rimarrà un rimpianto per la Lazio. Fortunatamente, Simone Inzaghi può contare su Ciro Immobile: indissolubile, puntale ed implacabile bomber divenuto re di una tifoseria intera.

CHIARA DEL BUONO

Seguici su Metropolitan Roma News

Articoli Correlati

- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -