12.4 C
Roma
Dicembre 5, 2022, lunedì

Ultime News

Le parole shock dell’europarlamentare Ciocca: “Se un lombardo si ammala vale di più di un malato laziale”

- Advertisement -

Parole sconvolgenti ad Antenna 3: nel programma l’europarlamentare leghista Angelo Ciocca avrebbe dichiarato che l’ammalarsi di un Laziale avrebbe un valore minore rispetto ad un eventuale ammalarsi di un Lombardo, ecco per cui al Nord i vaccini dovrebbero risultare maggiori.

“Se un lombardo si ammala vale di più che se si ammala un Laziale”: ecco una delle frasi sconvolgenti espresse dall’europarlamentare Ciocca


Frasi sconvolgenti arrivano dalla classe politica che si è espressa in merito ai vaccini durante il programma Antenna 3. Si tratta di Angelo Ciocca, europarlamentare leghista, che pare abbia risposto sull’ipotesi in base alla quale la Lombardia potrebbe avere meno dosi di vaccino in rapporto al numero di abitanti rispetto al Lazio.

Affermazioni dure hanno fatto rabbrividire persino il conduttore. “La Lombardia, è un dato di fatto, è il motore di tutto il Paese. Quindi se si ammala un lombardo vale di più che se si ammala una persona di un’altra parte d’Italia”.

La possibilità che i lombardi ricevano un numero proporzionalmente inferiore dei vaccini, ha detto Ciocca ai microfoni dell’emittente locale Antenna 3, “è possibile se qualcuno vuole fare politica sulla salute della gente, se qualcuno pensa di fare clientelismo territoriale. Si premia una Regione rispetto a un’altra perché una a livello democratico ha un colore rispetto a un altro”.

“I fattori che devono portare alla distribuzione del vaccino devono essere il numero di abitanti, una proporzione fra quanti abitanti ho e quanti vaccini. Non è pensabile che la Lombardia che ha il doppio degli abitanti del Lazio possa ricevere meno vaccini. Poi bisogna valutare l’importanza economica del territorio. La Lombardia, è un dato di fatto, è il motore di tutto il Paese. Quindi se si ammala un lombardo vale di più che se si ammala una persona di un’altra parte d’Italia”.– ha proseguito Ciocca durante la sua dichiarazione.

Lo stupore delle sue dichiarazioni era evidente anche sul volto del conduttore di Lombardia nera, Marco Oliva, al quale Ciocca ha confermato la sua affermazione: “Sì, è un dato di fatto. Se si ammala un lombardo, economicamente, da imprenditori, vale di più rispetto a un laziale (…). Sulla salute non si può fare politica, ma bisogna fare anche un ragionamento economico per il Paese perché purtroppo, è un dato di fatto, un cittadino lombardo paga più tasse rispetto un cittadino laziale. La Lombardia è stato il territorio che è stato più colpito ed è ancora quello più colpito dai contagi. Gli estintori li metti a disposizione dove hai più incendi: sia perché siamo numerosi, sia perché ci sono più ammalati e contagi e poi non ultimo l’aspetto economico perché è un territorio che più va in difficoltà più paga l’intero Paese”.

Oggi Ciocca ha ribadito il concetto anche a Radio Capital: Se in un’azienda devo investire in un sistema antincendio lo potenzio dove c’e’ il server, dove c’è il capitale umano che produce. Non e’ solo una questione di Lombardia e Lazio, vale per un ministeriale o un burocrate europeo, io dico prima i dipendenti privati”.

Serafina Di Lascio

Articoli Correlati

- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -