13.4 C
Roma
Dicembre 6, 2022, martedì

Ultime News

Libraia di Tor Bella Monaca minacciata: si è rifiutata di vendere il libro della Meloni

- Advertisement -

E’ accaduto alla libraia Laterza di Tor Bella Monaca. La donna si è rifiutata di vendere il libro scritto dalla leader di Forza Italia Giorgia Meloni e tanto è bastato affinché qualche degenerato iniziasse a insultarla e minacciarla. Ora la libraia è sotto scorta preventiva

Scorta preventiva per Alessandra Laterza, libraia di Tor Bella Monaca: minacciata per non aver venduto il libro di Giorgia Meloni

Alessandra Laterza, 45 anni e libraia di Tor Bella Monaca minacciata per non aver venduto il libro di Giorgia Meloni. Ecco quanto accaduto alla titolare di una attività di vendita di libri che da settimane riceveva minacce via mail e insulti.

Gli insulti e le minacce fisiche hanno raggiunto l’apice quando accompagnate da frasi come “W il Duce sempre e comunque”, e lì, Alessandra Laterza ha deciso di sporgere denuncia al commissariato Casilino e alla polizia postale.

Come spiega al Corriere della sera, alcuni agenti della Digos ora “controllano il luogo dove lavoro e la mia abitazione, sono presenti nella mia vita e mi fanno sentire molto più tranquilla, per questo li ringrazio- e continua- era meglio prevenire, così mi hanno spiegato. Il post annunciava un incendio che avrebbe riguardato la mia libreria. Dopo che avevo annunciato che non avrei venduto quel libro mi sono arrivate decine di telefonate che mi chiedevano di ordinarlo e alla mia risposta negativa ordinavano altri libri che non sono mai venuti a ritirare. Io sono tranquilla, perché mi sento tutelata, ma mi chiedo perché sia necessario impiegare poliziotti, che avrebbero molto altro da fare, per proteggermi perché c’è gente in giro che non accetta chi la pensa diversamente e lo dice pubblicamente“.

La 45enne di Tor Bella Monaca corre per le primarie del centrosinistra del VI Municipio nella lista di Caudo Sindaco. Alcuni colleghi della politica le hanno mostrato solidarietà: il candidato democratico Gualtieri, ad esempio, è passato in libreria per conoscerla di persona. Anche Nicola Fratoianni di Sinistra Italiana ha mostrato la propria vicinanza ad Alessandra Laterza, affermando: “Ai seguaci dell’onorevole Meloni ricordo che la libertà di pensiero ed espressione sono pilastri fondamentali della nostra democrazia. Mentre insulti e minacce sono reati. Se questi sono i loro elettori, forse è giunto il momento che alcuni leader politici si facciano qualche domanda e si prendano le loro responsabilità“.

Fonte: Corriere della Sera

Serafina Di Lascio

Seguici su Metropolitan Magazine

Articoli Correlati

- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -