8.5 C
Roma
Febbraio 25, 2024, domenica

Ultime News

Top 5 This Week

Related Posts

Meg al Qube con il “Vesuvia D’Autunno Tour”

Meg si è esibita al Qube con l’ultima data del Vesuvia D’Autunno Tour all’interno della rassegna MArteLive – lo spettacolo totale: nelle sale del noto club la grande kermesse che ha una line upcon più di 30 ospiti nazionali e internazionali, oltre 300 artisti emergenti (selezionati nelle 5 regioni del centro Italia) che si sfideranno nelle 16 sezioni artistiche simultaneamente attive  tra musica, teatro, danza, circo contemporaneo, pittura, fotografia, artigianato artistico, graficart, live painting e street-art, proiezioni, installazioni, reading e video-arte. 

Il Qube di Roma si trasforma nelle due serate (la seconda vedrà stasera sul palco della venue capitolina Casinò Royale, Dj Gruff e Svegliaginevra tra i tanti nomi che affollano la lineup), in un viaggio esperenziale nel mondo dell’arte a 360 gradi con oltre 100 spettacoli di performing art distribuiti nei suoi tre piani, oltre 50 proiezioni fra video arte, cortometraggi, videoclip, più di 100 esposizioni di arte, reading estemporanei il tutto rigorosamente live per un’esperienza unica e veramente irripetibile. Nella serata di ieri, sul main stage del Qube Daniela Pes musicista e cantautrice sarda vincitrice nel 2023 della Targa Tenco come Miglior Opera prima dopo aver già ricevuto il premio Andrea Parodi nel 2017 (premio della critica, giuria internazionale, miglior musica e miglior arrangiamento) e il premio miglior musica e il premio Nuovoimaie a Musicultura nel 2018. Successivamente è arrivata l’artista partenopea che è ritornata nella capitale dopo il live dello scorso marzo al Monk insieme al polistrumentista Marco Fugazza

Meg, Vesuvia D’Autunno Tour, ultima data al Qube

Sul palco B si sono alternerati Andrea Poggio con il suo progetto solista dopo essere stato la voce dei Green Like JulyCeneri cantautrice friulana classe 2000, Montoya  nato in Colombia, ma dal 2001 stabile in Italia, un musicista di formazione classica, produttore, compositore, ricercatore e creativo, per 5 anni nel dipartimento musicale di Fabrica/gruppo Benetton e Rares che, dopo aver studiato Musica Elettronica al Conservatorio di Bologna, ha dimostrato di saper volgere e rivolgere la forma canzone a modo suo, uscendo sempre vincente dal confronto tra il passato e il presente. In tutti i suoi lavori l’eco della tradizione melodica anni ‘60 è sempre bilanciato e in perfetto equilibrio con le sonorità elettroniche, con i synth più sintetici e i beat elettronici.

Presenti poi European Vampire, ultimo esperimento musicale del musicista e modello Lorenzo Sutto e del produttore Mark Ceiling. Il duo ha debuttato a maggio 2020 con il singolo Tom Ford. European Vampire è un collage di realtà contemporanee. Meg ha pubblicato lo scorso ottobre 2022 il quinto album Vesuvia. Sul lavoro in studio aveva annunciato alla vigilia: Sono cresciuta alle falde del Vesuvio, la sua sagoma è casa e sento il suo richiamo sempre, anche quando sono dall’altra parte del mondo. Lo sogno di notte in maniera ricorrente: sin da bambina sono ossessionata da lui, è una presenza imponente nella mia coscienza ed è parte indissolubile di me. Ogni sua zolla, ginestra, sentiero, è come se fossero mia cellula, capello, ruga. È mia madre e mio padre. Da quando ho aperto gli occhi lui è il mio imprinting.”.

Vesuvia, il quinto album di Meg

Le 12 tracce del disco si sono stratificate mese dopo mese e poi, a causa della pandemia, sono rimaste a lungo protette in un magma incubatore fino al momento del risveglio, quando, come in un’eruzione vulcanica improvvisa, in una manciata di mesi hanno dato vita a VESUVIA: il magma ha assunto un’identità propria, definita e forte che ha nutrito e guidato MEG con tutta la sua irruenza e potenza. “Mi sono sentita instancabile, quasi posseduta da un’energia vitale dimenticata. Mi sono detta ‘è Vesuvia che sta facendo questo lavoro per me!’”, ha affermato l’artista.

Le canzoni di VESUVIA, pur avendo ognuna una propria ben definità personalità, sono pianeti dello stesso Sistema Solare, legati imprescindibilmente gli uni agli altri dalla stessa forza gravitazionale. ll Sole attorno al quale tutto si muove, è il sound dark ed elegante: i sintetizzatori, le batterie elettroniche distorte, gli arpeggiatori e la vocal production sono stati studiati ad hoc per creare l’habitat ideale di VESUVIA. “Una tana scura, una casa-cratere, un tempio nascosto in cui accadono riti solenni, dove si piange per un mondo che va a rotoli e dove si ride fino alle lacrime, perchè la vita è un magma di macigni di dolore e gioia leggera.”.

Il disco, anticipato dai due singoli “Non ti nascondere” – una vera e propria poesia esistenziale, un elogio dell’unicità – e “FORTEFRAGILE” – una celebrazione dell’affascinante natura umana che oscilla tra fragilità e tenacia – è stato prodotto dalla poliedrica MEG insieme alle preziose collaborazioni di Frenetik, Orang3, Fugazza, Suorcristona, Tommaso Colliva e David Chalmin e mixato e masterizzato da Andrea Suriani. Vanta al suo interno i preziosi feat. di Elisa ed Emma (nel brano “Aquila“), di Altea, Alice, SANO e specchiopaura del collettivo napoletano Thru Collected (nel brano “Arco e Frecce“), del nuovo talento hard neomelodic NZIRIA (nel brano “Napolide”) e della pianista francese di fama mondiale Katia Labèque (nel brano “She’s calling me“).

Le immagini sono a cura di © Chiara Olmi

Seguici su Metropolitan Magazine

Popular Articles