18.6 C
Roma
Ottobre 1, 2022, sabato

Ultime News

Calciomercato Lazio, ipotesi Ranocchia per la nuova difesa?

- Advertisement -

La Lazio ha ricominciato a vincere: il 3-2 contro il Crotone ha dato la giusta carica per tornare in carreggiata. Le tre sconfitte rimediate in quattro match di Serie A avevano spento gli animi a Formello e la corsa per la Champions League sembrava, ormai, improbabile. Ad aver alimentato il malcontento è anche il rinnovo di Simone Inzaghi che ancora non arriva: il tecnico piacentino ha promesso la firma ma non è stata effettivamente già messa sul contratto. Se Lotito dovesse continuare a puntare su di lui, in campo continuerà a vedersi il 3-5-2, il modulo preferito del mister. Per lui questo modo di giocare è l’unico efficace per poter utilizzare al meglio tutti i giocatori disponibili in rosa. Tra addii e partenze, a giugno potrebbe arrivare qualche nome nuovo, tra cui quello di Andrea Ranocchia.

Un reparto da rinforzare: idea Ranocchia per la difesa della Lazio

In base a quello che succederà a fine maggio, la Lazio capirà come muoversi sul mercato. Il piazzamento fra i primi quattro posti in classifica significherebbe Champions League ma se così non dovesse essere, c’è comunque bisogno di fare acquisti. Igli Tare, direttore sportivo biancoceleste, è alla costante ricerca di profili giusti per la difesa che, ad oggi, è il reparto più disastrato della squadra di Inzaghi. Per questo la dirigenza capitolina sta già pensando ad alcuni possibili nuovi nomi: uno tra questi è Andrea Ranocchia. Il difensore umbro è attualmente all’Inter, ma il suo contratto è in scadenza e per ora non ci sono presupposti per il rinnovo. L’impegno del 33enne si è visto sempre, soprattutto con l’arrivo di Conte da quando è diventato la riserva di De Vrij.

Secondo Lalaziosiamonoi.it, i motivi che legano Ranocchia alla Lazio sono essenzialmente due: i nonni sono grandi tifosi biancocelesti e il suo agente, Tullio Tinti, è lo stesso di Simone Inzaghi. Questi sono solo dei presupposti a una possibile trattativa con il difensore che arriverebbe a Roma a zero ma a preoccupare sono le cifre da pagare. Attualmente l’interista percepisce 1,8 milioni l’anno e vorrebbe sicuramente un contratto di questo tipo, a meno che Lotito e Tare non gli propongano un contratto molto lungo.

C’è bisogno di rifondare le retrovie: l’interista potrebbe essere il vice di Acerbi?

A fine stagione, a prescindere da come finirà, la Lazio deve tirare le somme: sono tanti i giocatori in bilico di cui non si ha certezza del loro futuro in biancoceleste. La dirigenza quasi sicuramente non riscatterà Hoedt perché ha deluso le aspettative e non c’è più tanta fiducia nei suoi confronti. Il diritto di riscatto dell’olandese è fissato sui 5,5 milioni di euro ma tornerà al Southampton. Stessa storia per Musacchio che farà ritorno al Milan e non vedrà il suo contratto allungarsi. C’è anche la questione Patric che ha un futuro in bilico alla Lazio.

Quella di Ranocchia è solo un’idea anche perché dei veri e propri contatti non ci sono stati fra le parti. Ma la sua esperienza sarebbe fondamentale per dare manforte all’instancabile Acerbi e rifondare una difesa che fa acqua ormai. Essendo cresciuto in Italia poi, può tornare utile per le liste della Serie A e della eventuale Coppa Europea. Il mercato della Lazio al momento però è fermo visti gli impegni in campionato ma quando finirà la stagione, bisognerà tornare a pensarci. Ed è allora che i biancocelesti potrebbero puntare anche su Ranocchia.

CHIARA DEL BUONO

Seguici su Metropolitan Roma News

Articoli Correlati

- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -