13.9 C
Roma
Dicembre 9, 2022, venerdì

Ultime News

Montesacro: la mega truffa messa in atto da una banda di ladri

- Advertisement -

Montesacro: rimasto senza documenti, con l’auto ferma in attesa della riparazione del gommista. Ad essere raggirato dalla banda di ladri, un uomo pedinato dopo aver prelevato denaro al bancomat e poi derubato da tre uomini con uno stratagemma. Questo, giovedì mattina ad Alessandro C., la vittima della truffa per le strade di Montesacro

Montesacro: “mi sono reso conto di essere stato derubato”

Montesacro: la banda di ladri aveva un piano preciso per derubare la vittima. Prima il pedinamento, poi il danno alla gomma della macchina e infine la fuga con tutti gli averi di Alessandro, dallo smartphone ai documenti, al denaro appena prelevato ad uno sportello Atm. “Sono uscito questa mattina per andare a fare la spesa al supermercato” racconta l’uomo. “Ma avendo bisogno di contanti sono andato prima a prelevare del denaro ad un bancomat a Prati Fiscali”. Qui Alessandro è finito nel mirino della banda che, secondo il racconto della vittima, dopo averlo visto prendere il denaro al dispositivo Atm, ed aver in qualche modo carpito il codice PIN, lo ha seguito senza farsi notare a bordo di un’auto sino alla sua successiva tappa, un supermercato in via Teresa Boetti Valvassura, nella zona di Vigne Nuove. “Ho parcheggiato l’auto e sono andato a fare spesa ad un primo supermercato” dichiara la vittima. “Una volta fatti i primi acquisti sono andato ad un secondo supermercato per comprare dei prodotti che hanno solo loro”. Sempre pedinato dalla coppia di malintenzionati quando Alessandro è uscito dal secondo supermarket di via Gino Cervi, “una volta salito in auto sono stato avvicinato da un uomo con un accento straniero che mi ha detto che avevo la ruota anteriore sinistra a terra”. A quel punto Alessandro è sceso dalla vettura per accertarsene ed è caduto nella trappola della coppia di ladri. “Mentre l’uomo faceva finta di aiutarmi il complice ha aperto lo sportello lato passeggero e mi ha rubato il borsello con dentro il denaro appena prelevato, il telefono cellulare, il bancomat e la carta di credito”. Non accorgendosi di nulla inizialmente, con la ruota bucata, Alessandro risale in auto mentre l’uomo che aveva fatto finta di aiutarlo si allontana repentinamente a bordo di una macchina con il motore già acceso con dentro due persone. “Una volta compreso che avevo la gomma bucata ho deciso di andare a farmela riparare dal mio gommista di fiducia in via della Bufalotta. Quando ho parcheggiato e sono andato a prendere il borsello per prendere il telefono cellulare mi sono reso conto di essere stato derubato ed ho capito che quell’uomo che mi aveva indicato di avere lo pneumatico bucato mi aveva seguito con i suoi complici per derubarmi”. L’ulteriore conferma è arrivata poi quando “il gommista mi ha fatto vedere che la ruota bucata mi era stata squarciata con un coltello”. Oltre al danno, però, l’uomo ha subito anche la beffa. “Ho chiamato subito la banca con il telefono del gommista per bloccare le carte ed ho scoperto che dieci minuti prima avevano fatto un acquisto di uno smartphone per quasi 1000 euro”. In attesa di sporgere denuncia alle Forze dell’Ordine Alessandro conclude: “Oltre ai mille euro che non mi ridarà nessuno sono rimasto senza patente, telefono cellulare, carte e documenti e mi sono dovuto far accompagnare dal gommista a prendere mio nipote a scuola. Spero che la mia testimonianza possa essere d’aiuto ad altri cittadini per metterli in guardia su questi ladri”. 

Seguiteci su

Metropolitan Roma News

Articoli Correlati

- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -