8.6 C
Roma
Gennaio 27, 2023, venerdì

Ultime News

Needle spiking a Roma: vittima una donna punta alla schiena

- Advertisement -

Terrore in pieno centro storico, a Roma. Una donna di 40 anni è stata punta alla schiena con un ago da uno sconosciuto. L’incidente, seppur isolato, ricorda il fenomeno del needle spiking, che consiste nel pungere sconosciuti con siringhe infette o contenenti droghe.

La vittima, dopo aver filmato l’aggressore, si è subito recata allo Spallanzani e ha dichiarato che si sottoporrà ai test per hiv ed epatite. Lo shock, da quello che racconta, è stato sconvolgente.

Donna vittima di needle spiking: la ricostruzion dei fatti

Spallanzani

L’aggressione è avvenuta in via Brunetti, a due passi da via del Corso, attorno a mezzogiorno. La donna ha raccontato ad Adnkronos di essersi fermata e chinata per rimuovere la catena dalla bici. Nel farlo, la giacca sulla schiena le si è alzata e, all’improvviso, ha sentito una puntura. Alzando lo sguardo, ha visto un uomo sconosciuto allontanarsi.
Sul momento, la vittima è rimasta impietrita, tra shock e spavento, ma ha seguito l’aggressore con lo sguardo. Dopo essersi ripresa, è salita in bici e lo ha ripreso, ma l’uomo, alla fine, è sparito tra la folla.

Nel filmato da lei registrato, si può vedere un uomo con i capelli a spazzola, con indosso uno smanicato nero e dei pantaloni chiari.
La donna, madre di due bambine, ha dichiarato che denuncerà l’accaduto, anche perchè si tratta di un fatto estremamente grave e pericoloso.

Giulia Guglielmetti
Seguici su Google News

Articoli Correlati

- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -