13.9 C
Roma
Dicembre 9, 2022, venerdì

Ultime News

Omofobia a Roma, aggredito un ragazzo su un tram [Video]

- Advertisement -

Ennesimo episodio di omofobia nei confronti di un ragazzo a Roma. Questa volta l’accaduto si è verificato su un tram della Capitale, il 3, nel pomeriggio di ieri 3 giugno.

Omofobia a Roma: “Povera Italia tra stranieri e finocchi”

Comincia così il video shock postato da Tommaso su Instagram, un ragazzo che nella giornata di ieri 3 giugno ha subito l’ennesimo atto di omofobia su un tram di Roma, precisamente il 3. Nel video è possibile ascoltare le parole e l’accaduto: “Povera Italia, tra stranieri e finocchi… Mamma mia che schifo, non ti posso mettere le mani addosso perché è come metterle addosso ad una donna, forse peggio.. va vicino al ragazzo tuo”. Pesantissime le parole dell’uomo, che non viene inquadrato, ma di cui si può sentire la voce.

Il ragazzo è stato aggredito pesantemente verbalmente sul 3, un tram di Roma mentre si stava recando “dal parrucchiere”, come dice nella didascalia del suo post su Instagram. Queste le parole dell’uomo, riportate qui di seguito: “Puttan*lla, zitto! che schifo che fai. Ma che fai l’uomo o la donna? Si vede che a fare bocc***i si guadagna bene”, queste sono solo alcune delle parole che l’uomo rivolge al ragazzo, con toni di disprezzo. Il video postato dal ragazzo dura quasi tre minuti, in cui l’uomo di fronte a lui continua ad insultare il ragazzo, con pesanti insulti, sul piano sessuale.

L’uomo, secondo ciò che riporta Tommaso, avrebbe inizialmente insultato pesantemente due donne di origine asiatica, poi un ragazzo che avrebbe provato a difenderle e poi lui per il suo orientamento sessuale. Interviene sull’accaduto anche Alessandro Zan, promotore della legge contro l’omotransfobia, conosciuto come DDL Zan. “Grazie di aver denunciato pubblicamente questa follia”, questo il commento di Zan. “Ma continuiamo a dire pure che il ddl Zan limita la libertà d’espressione, che non serve a niente, che non è una priorità e altre bugie simili. La verità è che situazioni del genere capitano ogni singolo giorno, a tutti. A me oggi, a chi non è più in vita per raccontarlo ieri e a tuo figlio domani”, le parole del giovane Tommaso riguardo all’accaduto sul tram.

Articoli Correlati

- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -