15.1 C
Roma
Novembre 30, 2022, mercoledì

Ultime News

Perché è stata vietata ai tifosi della Lazio la trasferta a Marsiglia

- Advertisement -

Stop ai tifosi della Lazio che volessero recarsi in trasferta a Marsiglia per la partita di Europa League di giovedì 4 novembre. A vietare la trasferta è un’ordinanza del ministro dell’Interno francese, Gérald Darmanin, “a causa dei ricorrenti comportamenti violenti tenuti da certi tifosi nei pressi dello stadio e nei centri delle città che ospitano le partite”, oltre “alla ripetuta intonazione di canti fascisti e all’esibizione di saluti romani“. 

“Viaggi individuali o di gruppo, con qualsiasi mezzo, per valichi autostradali, porti e aeroporti francesi, sono vietati ai tifosi della Lazio o chi si comporta come tale” si legge nel provvedimaento giustificando la scelta: “Il comportamento violento di alcuni tifosi della Lazio in modo ricorrente intorno agli stadi e nei centri cittadini dei luoghi di ritrovo nonché la ripetuta interpretazione di canti e saluti fascisti”.

Il provvedimento vieta “ai tifosi della Lazio o a chi si presenta come tale” non solo l’accesso allo stadio Velodrome di Marsiglia e la circolazione o lo stazionamento negli arrondissments centrali della città, come era stato indicato nei giorni scorsi, ma persino “l’ingresso in Francia dai posti di frontiera stradali, ferroviari, portuali e aeroportuali” da mercoledì 3 a giovedì 4 novembre.

L’ordinanza ricorda anche i recenti scontri a Marsiglia tra tifosi dell’Olympique Marsiglia e del Galatasaray in cui sono rimasti feriti 32 poliziotti. Per la partita è stata dunque disposta la chiusura del settore ospiti del Velodrome.

Esiste già un precedente di scontri tra le due tifoserie: il 25 ottobre 2018, in occasione di Olympique e Lazio, nella città provenzale si registro una rissa tra 200 ultrà con quattro feriti da arma da taglio. Anche ai supporter francesi era stato vietato di recarsi a Roma per la partita d’andata all’Olimpico.

Articoli Correlati

- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -