Home Attualità Cronaca Psicosi generale a Ostia: “C’è un furgone bianco che rapisce i cani”

Psicosi generale a Ostia: “C’è un furgone bianco che rapisce i cani”

0
ostia rapimento cane furgone banda

A Ostia diversi cittadini affermano di aver visto un furgone bianco aggirarsi più volte nella città, scatenando una paura generale tra i padroni. La presunta banda rapirebbe i cani. Le forze dell’ordine ancora non hanno dato il via alle indagini ufficiali.

Cosa sappiamo su questa presunta banda?

Photo Credits canaledieci.it

Stando ai racconti di alcuni testimoni, vi sarebbe una banda composta minimo da tre persone che perlustra la città di Ostia alla ricerca di cani da rapire. La suddetta banda sembrerebbe munita di un furgone bianco per gli spostamenti.

Da giorni ormai vengono effettuate le diverse segnalazioni da parte dei cittadini, i quali, tramite volantini, cercano di diffondere il più possibile eventuali notizie ed avvistamenti. Tuttavia, la polizia ancora non ha avviato un’indagine in via ufficiosa.

Le testimonianze

Una testimonianza su uno dei tanti volantini a Ostia – Photo Credits romatoday.it

Numerosi ormai sono i testimoni che affermano di aver non solo visto il presunto furgone, ma anche di essere stati aggrediti da questa banda. Questa sembrerebbe agire aggredendo direttamente il padrone, portando via così il cane sul furgone, come riportato da una delle diverse testimonianze: “Mia figlia come tutte le sere ha portato fuori i suoi cani, Zaina la grande e Betto il piccolino. Purtroppo in tre (…) hanno tagliato il guinzaglio che teneva il piccolino e prendendolo in braccio hanno cercato di scappare portandoselo via”. La ragazza in questione sarebbe stata infatti colpita al volto.

Interviene l’Enpa sulla questione

In mancanza delle prime indagini, a tal proposito è intervenuta l’Enpa, l’ente nazionale protezione animali, donando preziosi consigli ai cittadini che accudiscono i cani: “Il nostro consiglio è di accudire e tutelare i vostri animali, tenendoli al guinzaglio. (…) Cautela, buon senso e attenzione in generale. Denunciare comunque è la possibilità per aiutare le istituzioni a monitorare il territorio”.

Riccardo Angiolari

Seguici su Metropolitan Magazine

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Exit mobile version