13.4 C
Roma
Dicembre 6, 2022, martedì

Ultime News

Quarticciolo, “prigionia” per gli anziani: bloccati in casa

- Advertisement -

La triste realtà di diversi anziani di Roma deriva dal Quarticciolo. Nelle palazzine Ater numerosi sono i cittadini ormai reclusi in casa per l’assenza di un ascensore che possa aiutarli ad uscire dalla propria abitazione. I residenti chiedono l’installazione per abbattere le barriere architettoniche

Realtà angosciante al Quarticciolo di Roma: gli anziani “prigionieri” nei propri appartamenti sono bloccati dall’assenza dell’ascensore

Anziani di serie A e anziani di serie B: questa è la realtà del Quarticciolo di Roma.

Numerose sono le richieste e gli appelli da parte dei familiari di coloro i quali si ritrovano prigionieri nelle proprie abitazioni. L’assenza dell’ascensore, infatti, rappresenta una vera e propria barriera architettonica che le palazzine Ater subiscono da anni.

Secondo quanto riportato da RomaToday, nella scala Q di via Ugento 4, Municipio V, cinque famiglie su dodici hanno in casa almeno una persona con disabilità o difficoltà motorie.

L’ATER (Azienda territoriale edilizia residenziale pubblica) ha risposto negli scorsi anni alle richieste dei familiari affermando che la richiesta di disponibilità dei fondi è dell’Azienda della Regione Lazio dopo la formazione di elenchi di nominativi delle persone soggette a tutela e in possesso di certificato di invalidità.

A prendere a cuore la vicenda è stata Laura Corrotti, consigliera regionale e responsabile del dipartimento disabilità. In una nota al presidente Zingaretti, la consigliera scrive: “

Metà delle famiglie residenti in un palazzo negli alloggi Ater del Quarticciolo ha all’interno della propria abitazione una persona con disabilità intrappolata, senza possibilità di uscita, a causa delle troppe barriere architettonicheuna situazione che rende impossibile la vita di queste persone fragili, senza possibilità di prendere un ascensore e con le scale come unica via d’uscita anche per chi non può fare a meno di muoversi con la carrozzina. Se è questa la Roma che immagina Gualtieri, sappiamo già purtroppo la scarsa attenzione del Pd nei confronti delle persone con fragilità”.

Serafina Di Lascio

Seguici su Metropolitan Magazine

Articoli Correlati

- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -