12.5 C
Roma
Dicembre 8, 2022, giovedì

Ultime News

Ricettazione e scasso: fermato furgone sospetto alla Romanina

- Advertisement -

Storia di ricettazione e scasso alla Romanina, estrema periferia di Roma. Un furgone era il mezzo con il quale diverse persone di etnia rom compievano diversi furti in giro per il quadrante della Capitale. L’intervento della Polizia ha fermato l’attività dei delinquenti.

Gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Romanina hanno denunciato, in concorso tra di loro, quattro uomini per possesso di arnesi atti allo scasso e ricettazione. Intorno alle 10:00, un agente libero dal servizio, dello stesso ufficio di Polizia, nel percorrere via Biagio Petrocelli, ha notato sopraggiungere un furgone Ducato, con all’interno diverse persone di etnia rom che, dopo essersi affiancato ad altri furgoni parcheggiati, con fare sospetto, hanno iniziato a guardare all’interno degli stessi. Lo stesso furgone era stato segnalato già da qualche giorno poiché utilizzato per commettere furti su auto in sosta. L’agente ha fatto richiesta di ausilio da parte della pattuglia del commissariato.

Ricettazione e scasso: l’operazione della Polizia alla Romanina

Nel frattempo, dal Ducato sono scesi due uomini che, armati di attrezzi atti allo scasso, si sono avvicinati ad un furgone. Quando voltandosi, si sono resi conto di essere osservati dal poliziotto in auto, sono risaliti sul mezzo e si sono allontanati. Inseguiti a distanza dall’agente, in contatto continuo con i suoi colleghi, ai quali ha fornito la direzione di fuga del mezzo, giunti all’interno del parcheggio di un centro commerciale, sono stati intercettati e fermati da una volante del Commissariato Romanina. All’interno del furgone oltre ai quattro nomadi, tre uomini ed una donna, sono stati trovati anche quattro bambini, figli di quest’ultima e di uno dei fermati.  

Nel mezzo, gli agenti hanno rinvenuto una scala allungabile in acciaio ed un rotolo di telo verde per recinzioni, dei quali i fermati non hanno saputo fornire la provenienza. Sono stati sequestrati cacciaviti, tenaglie ed un tubo in ferro, tutto occultato all’interno del sedile anteriore e all’interno della seduta di un divano presente nel furgone. I fermati, tutti con precedenti, di età compresa tra 62 e 25 anni, sono stati fotosegnalati e, uno di loro, è risultato inottemperante al divieto di ritorno nel Comune di Roma. Il furgone, risultato riverniciato, è stato sequestrato in quanto correlato ad alcuni furti commessi su auto in sosta.

Seguici su Metropolitan Roma News

Articoli Correlati

- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -