21.3 C
Roma
Settembre 27, 2022, martedì

Ultime News

Prossima installazione di telecamere sulle corsie preferenziali a Roma

- Advertisement -

L’attivazione partirà da Novembre e riguarderà alcune delle principali strade di Roma. Le corsie preferenziali saranno sorvegliate da telecamere per la sicurezza stradale dei cittadini

Arrivano le telecamere in alcune delle strade della città metropolitana di Roma. Interessate le corsie preferenziali: ecco quali

Il prossimo novembre vedrà protagonista una nuova opera di riqualificazione e sicurezza di alcune delle strade della città metropolitana di Roma. Da domenica, Corso Vittorio Emanuele, via Labicana e viale Regina Margherita saranno le strade interessate a tale opera.

L’intervento consiste nell’installazione di servizi di videosorveglianza per monitorare le tre corsie delle suddette strade e applicare le dovute sanzioni automatiche in caso di circolazione di veicoli non autorizzati o di violazioni alla viabilità.

Le telecamere rientrano nel progetto di servizi per la mobilità che si tradurrà nell’istallazione di tali dispositivi nella maggior parte delle strade di Roma.

Viale Regina Margherita sarà sorvegliato a partire da via Nizza in direzione Salaria e da via Adda in direzione Nomentana. Corso Vittorio Emanuele, invece, dall’altezza di via Filippini in direzione Lungotevere e di via Cerri, in direzione largo Torre Argentina. Via dei Normanni e via Verri saranno le strade interessate nei pressi di via Labicana, entrambe in direzione viale Manzoni.

Attualmente, lungo le preferenziali di Roma, vi sono già dieci dispositivi di videosorveglianza attivi che porteranno il conto totale delle preferenziali sorvegliate a tredici

Attualmente le telecamere sono già operative in via Nazionale, via dell’Amba Aradam, via Ostiense, via Aurelia, via del Tritone, via di Santa Maria in Cosmedin, circonvallazione Cornelia, via Catania e via di Portonaccio.

Ad annunciarlo è Roma Mobilità. Attraverso Twitter, ricorda che i varchi elettronici saranno attivi a partire da Novembre e che sono all’opera anche con la manutenzione conseguente ai danni del dissesto idrologico.

Articoli Correlati

- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -