18.6 C
Roma
Settembre 28, 2022, mercoledì

Ultime News

Roma zona rossa a Natale? Ipotesi lockdown Italia al vaglio

- Advertisement -

Lockdown è una parola che abbiamo imparato a conoscere e che fa paura. Noi cittadini non siamo i soli a temerla, anche il governo la teme eppure è lì, centro nevralgico di un possibile nuovo Dpcm che potrebbe arrivare entro domani. Il premier Giuseppe Conte ha già anticipato che qualche “ritocchino” verrà effettuato. L’ala rigorista verrà ascoltata e il Natale di Roma si tingerà di rosso? L’incontro di oggi a Palazzo Chigi potrà portare qualche risposta.

Spacco nel governo: quali sono le possibili linee guida per la capitale

L’ala rigorista rappresentata in prevalenza dai governatori di centro destra chiede una zona rossa nazionale durante il Natale. L’obiettivo è di non vanificare i sacrifici fatti finora ed evitare assembramenti che senza precise e dure direttive sarebbero inevitabili. Lo scorso weekend si è assistito tra le vie di Roma ad un affollamento che ha messo in pericolo ogni restrizione effettuata negli ultimi mesi. Fontana di Trevi è stata chiusa così come anche altre zone del centro, via del Corso in primis. Un fiume di persone si è riversato nelle strade proprio in vista del Natale. La corsa all’acquisto dei regali ha lasciato che il buon senso fosse messo da parte ed è stato necessario l’intervento delle Forze dell’Ordine di Roma per riportare il rispetto delle misure di sicurezza.

Non limitare questi eventi significherebbe ritrovarsi una terza ondata di Covid devastante per la Capitale e per tutta Italia. E’ quanto sostiene il Ministro della salute Speranza in accordo con gli esperti del Comitato Scientifico: occorre dare maggiore peso ad una nuova ventilata stretta natalizia. Un mini-lockdown, poi, potrebbe interessare Roma già nel weekend del 19 e 20 dicembre, proprio per impedire assembramenti ed evitare di rivedere le stesse scene dello scorso fine settimana.

Roma zona rossa, quando è previsto l’inizio del lockdown

Il Lockdown sarebbe generale e coinvolgerebbe la capitale nel periodo tra il 24 dicembre e il 6 gennaio. Niente cenone se non con i conviventi, negozi e ristoranti chiusi dal 24 al 27 dicembre e dal 31 al 3 gennaio 2021 e coprifuoco alle ore 18.00 durante le festività. Si sta assistendo, dunque, ad un passaggio da una linea più morbida ventilata fino a pochi giorni fa ad una ipotesi di stretta totale che tingerebbe di rosso Roma.

A spaventare è il bollettino della giornata di ieri, 846 morti per Covid e oltre 15 mila nuovi casi. Parliamo di 3 mila decessi nel Lazio dall’inizio della pandemia e di 578 nuovi contagiati nella città eterna nelle ultime ore. Un’inflessione maggiore della curva si è avuta nelle regioni del Nord, zone rosse fino a pochi giorni fa. Nel Lazio e a Roma, invece, i contagi scendono molto lentamente visto che sono rimaste, fortunatamente per certi versi, zone gialle durante gli ultimi mesi. Gli ospedali sono lontani dal tornare alla normalità e ad impaurire gli esperti sono principalmente tre fattori a cui andiamo incontro. Il freddo, l’aumento delle influenze stagionali e il ritorno a scuola degli studenti delle superiori il 7 gennaio.

Valentina Trogu

Articoli Correlati

- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -