11 C
Roma
Gennaio 27, 2023, venerdì

Ultime News

Sparatoria di Fidene: le vittime salgono a quattro

- Advertisement -

Le vittime della sparatoria avvenuta a Fidene la scorsa domenica sono salite di numero: è morta anche Fabiana De Angelis, quarta donna uccisa dalla follia di Claudio Campiti.

La posizione di Campiti, che è ora in stato di fermo, dunque, si aggrava ulteriormente. Dovrà, infatti, rispondere delle accuse di omicidio volontario plurimo con l’aggravante della premeditazione. L’udienza di convalida del fermo avverrà all’interno del carcere romano di Regina Coeli.

Sparatoria di Fidene: i dettagli della vicenda

Carcere Regina Coeli
Interno del carcere romano di Regina Coeli

Fabiana De Angelis, di 50 anni, lottava tra la vita e la morte da domenica, all’ospedale Sant’Andrea di Roma, ma alla fine non ce l’ha fatta. Domenica era stata ferita durante la sparatoria di Fidene da un proiettile in piena testa.
La direzione sanitaria dell’ospedale ha dichiarato l’irreversibilità del quadro clinico di De Angelis proprio in queste ore, confermando la morte cerebrale.

La mattina dell’11 dicembre, Campiti aveva aperto il fuoco irrompendo nel gazebo di un bar nella zona di Colle Salario, dove era in corso un’assemblea del Consorzio Valleverde. Campiti, in lite da anni con i soci del Consorzio, aveva sparato con una pistola sottratta dal poligono di tiro di Tor di Quinto. Aveva con sè il passaporto e più di seimila euro in contanti, oltre ad uno zaino pieno di vestiti. L’accusa, quindi, è quella di un delitto premeditato.

Giulia Guglielmetti
Seguici su Google News

Articoli Correlati

- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -