16.7 C
Roma
Dicembre 9, 2022, venerdì

Ultime News

Street Art for RIGHTS, da Corviale a Settecamini: ecco l’arte per lo sviluppo sostenibile

- Advertisement -

Street Art for RIGHTS, è un’azione artistica e sociale, che parte dalle periferie urbane per sollecitare il cambiamento verso un futuro più sostenibile. Il tutto in un’ottica di impegno e consapevolezza collettivi. Il programma triennale di attività è volto alla futura creazione di un museo a cielo aperto, pubblico e gratuito. Questo al di fuori dei percorsi più noti della capitale.

Diciassette opere di arte urbana di diciassette artisti nazionali e internazionali realizzate nelle periferie di Roma. Raccontare attraverso il linguaggio immediato e dirompente della street art gli obiettivi di Sviluppo Sostenibile 2030 –Sustainable Development Goals (SDGs)– dell’agenda ONU. Questo è Street Art for RIGHTS.

Nella foto un opera street art  photo credit: culture.roma.it
Nella foto un opera street art photo credit: culture.roma.it

Street Art for RIGHTS parte dalla periferia

Il progetto è ideato e diretto da Giuseppe Casa, curato da Oriana Rizzuto, ed organizzato dall’associazione culturale Taste and Travel in collaborazione con MArtegallery. La sua prima annualità è dedicata ai primi tre goals dell’Agenda 2030 ONU: sconfiggere la fame (GOAL 1), sconfiggere la povertà, (GOAL 2), e salute e benessere (GOAL 3). 

Da giovedì 18 marzo a domenica 28 marzo Diamond, Solo e Moby Dickstreet artists italiani tra i più noti anche internazionalmentesono chiamati a interpretarli, e a dare eco dalle facciate degli edifici dei quartieri di SettecaminiCorviale. I tre street artists sono stati scelti per avere fatto dell’impegno civile il centro della propria attività.

Nella foto un opera street art  photo credit: ansa.it
Nella foto un opera street art photo credit: ansa.it

Un incentivo allo sviluppo sostenibile

Restituiranno così, ognuno dal proprio personale punto di vista, un’immagine potente sull’obiettivo e sul concetto chiave di sviluppo sostenibile. Questo con la speranza che dal loro contributo artistico possano prendere il via azioni concrete da parte delle istituzioni, delle aziende singole e di singole persone. Con l’apertura della manifestazione, Diamond, Solo e Moby Dick inizieranno a lavorare alle opere, realizzate con vernici speciali AirLite capaci di assorbire gli agenti inquinanti e trasformarli in sostanze inerti attraverso un processo chimico attivato dalla luce solare.

La comunità potrà condividere con gli artisti idee, storie e proposte durante la realizzazione dei murales, in un workshop\talk con gli artisti online aperto a tutti in programma lunedì 22 marzo alle ore 16.00. L’inaugurazione finale dei murales è prevista per domenica 28 marzo.

di Loretta Meloni

Immagine di copertina (Street Art for RIGHTS) photo credit: artemagazine.it

Facebook

Instagram

Twitter

Articoli Correlati

- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -