11.4 C
Roma
Dicembre 4, 2022, domenica

Ultime News

Tangenti dai ristoratori: condannati tre Vigili

- Advertisement -

Tra il 2013 e 2014, tre Vigili Urbani, in cambio di tangenti, avrebbero avvisato in anticipo due ristoratori e albergatori del centro storico riguardo delle ispezioni previste nei loro locali. Come ricompensa avrebbero accettato denaro, cene e consumazioni gratis.

La Procura ha proposto una condanna a cinque anni di reclusione per Franco C., 52 anni, per rivelazione di segreti d’ufficio e corruzione. Pena di quattro anni, invece per Fabio C., 50 anni, e Alessandro E., 41 anni, per reati di corruzione.

Condannati tre Vigili per tangenti dai ristoratori

Secondo le indagini Caponera avrebbe detto a un ristoratore di tre ispezioni previste nel locale di Piazza di Spagna La Barcaccia e in un bed and breakfast in via Belsiana, il Numbs Luxury Rooms and Suites, «violando i doveri inerenti alle funzioni o al servizio scrivono i pm nel capo d’imputazione e rivelando notizie d’ufficio che dovevano rimanere segrete».

Fabio C.: «in qualità di appartenente alla polizia locale avrebbe rivelato in anticipo il contenuto di attività e procedimenti amministrativi» avvisando i titolari di due controlli in agenda: per il locale Numbs di Campo de’ Fiori e per il ristorante la Barcaccia. Il 50enne in cambio avrebbe accettato una cena proprio al ristorante la Barcaccia a Campo de’ Fiori e la promessa di consumare gratuitamente altre due cene sempre nello stesso ristorante.

Alessandro E., invece, avrebbe accettato la cifra di duecento euro e decine di coni gelato, offerti da un locale di proprietà dei ristoratori, a pochi passi dalla Fontana di Trevi. Riguardo Corazzini ed Egidi si tratterebbe di «accuse inconsistenti» che non troverebbero fondamento a processo. I legali di Caponera discuteranno la posizione del loro assistito tra un mese. La sentenza è fissata per il prossimo 14 aprile.

Seguici su Metropolitan Magazine

Articoli Correlati

- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -