7.3 C
Roma
Novembre 28, 2022, lunedì

Ultime News

Teatro Vittoria da stasera in scena “La Bohème” di Giacomo Puccini diretta da Giancarlo Nicoletti

- Advertisement -

Dal 4 gennaio al Teatro Vittoria in scena La Bohème in un allestimento emozionante, cinematografico, universale. Fino al 16 gennaio  l’opera integrale di Giacomo Puccini in una messinscena diretta, avvincente pensata per i teatri di prosa: un pianoforte e un cast di artisti di eccezionale valore per uno spettacolo fuori dagli stilemi del tradizionale, ma pienamente fedele alla drammaturgia musicale pucciniana, senza tagli e senza compromessi.

Per dimostrare che l’opera è un linguaggio straordinario e universale, capace di mutare forma e sostanza senza tradire la sua essenza e rinnovandosi, divenendo attuale e contemporanea. A dirigere il lavoro Giancarlo Nicoletti che ha già firmato la regia de L’Uomo La Bestia e La Virtù con Giorgio ColangeliPersone Naturali e Strafottenti con Marisa Laurito, la direzione musicale è di Amelia Felle, le scene di Alessandro Chiti. Protagonista una nutrita compagnia di cantanti/attori, talenti provenienti dai più importanti Conservatori e già affermati a livello nazionale. 

Teatro Vittoria debutta stasera “La Bohème” di Puccini per la regia di Giancarlo Nicoletti

L’entusiasmo, la passione, l’amore e le delusioni del gruppo di bohémien più famoso della storia dell’opera. Il passaggio dalla giovinezza spensierata alle responsabilità dell’età adulta in un capolavoro senza età, dolcissimo e crudele al tempo stesso, capace di emozionare e commuovere da sempre. Mimì, Rodolfo, Musetta, Marcello, Schaunard e Colline, personaggi eterni in una Parigi romantica e fuori dal tempo: lasciatevi trasportare con loro dalla magia del teatro musicale e prendete posto per un’esperienza che arriverà dritta al cuore.

L’opera integrale di Giacomo Puccini in una messinscena diretta, avvincente e cinematografica pensata per i teatri di prosa: un pianoforte e un cast di artisti di eccezionale valore per uno spettacolo fuori dagli stilemi del tradizionale, ma pienamente fedele alla drammaturgia musicale pucciniana, senza tagli e senza compromessi. Per dimostrare che l’opera è un linguaggio straordinario e universale, capace di mutare forma e sostanza senza tradire la sua essenza e rinnovandosi, divenendo attuale e contemporanea.

Protagonista una nutrita compagnia di cantanti/attori, talenti provenienti dai più importanti Conservatori e già affermati a livello nazionale, sotto la guida del soprano Amelia Felle e del regista Giancarlo Nicoletti. Un allestimento scenico visionario e di grande impatto firmato da Alessandro Chiti alle scene, da Vincenzo Napolitano ai costumi e da Daniele Manenti alle luci. Una produzione Altra Scena con il sostegno del Ministero della Cultura. La grande opera, quest’anno, non è più un’emozione per pochi!

Seguici su

Facebook, Metrò

Articoli Correlati

- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -