24 C
Roma
Agosto 12, 2022, venerdì

Ultime News

Telecamere contro lo spaccio nelle scuole superiori di Roma

- Advertisement -

Telecamere contro lo spaccio di droga nelle scuole superiori di Roma. Il fenomeno, negli istituti d’istruzione della Capitale, è una ferita aperta che, ogni anno, sembra sanguinare sempre più. Virginia Raggi, sindaco della “Città Eterna“, è decisa a cancellare il crimine dalle scuole di Roma. Per aiutare dirigenti scolastici e Forze dell’Ordine, in trenta istituiti saranno installate le telecamere, occhio meccanico attento, per scoraggiare lo spaccio e per “pizzicare” gli eventuali pusher che trovano giovani clienti davanti alle scuole.

Virginia Raggi ufficializza la decisione d’inserire le telecamere contro lo spaccio nelle scuole

È stata proprio Virginia Raggi, attraverso il social network di Facebook, ad ufficializzare la decisione d’inserire le telecamere contro lo spaccio nelle scuole superiori di Roma: “Due anni fa, con la firma del Protocollo d’Intesa ‘Scuole Sicure’ tra Roma Capitale e Prefettura, avevamo avviato un percorso per contrastare in modo efficace le attività di spaccio di sostanze stupefacenti negli istituti scolastici della nostra città. Ora questo accordo entra nel vivo con l’installazione delle telecamere in diverse scuole superiori e il collegamento degli impianti di video-sorveglianza alla Sala Sistema Roma, gestita dalla Polizia Locale“.

Il sindaco della Capitale aggiunge: “Saranno complessivamente 42 le telecamere installate dal Dipartimento Lavori Pubblici su 30 istituti di istruzione superiore (2 per ogni Municipio) scelti tra quelli con le maggiori criticità. Le telecamere vengono installate per monitorare il perimetro esterno delle scuole e le immagini vengono analizzate dagli agenti della Polizia Locale prima di essere girate agli inquirenti. Questo è solo uno degli interventi che abbiamo in programma per garantire la sicurezza dei nostri ragazzi nei luoghi fondamentali per loro crescita. Stiamo lavorando anche a un progetto per l’installazione di impianti e allarmi antintrusione nelle scuole per mettere al sicuro le attrezzature e gli spazi riservati alla didattica“.

L’assessore alle Infrastrutture fa eco al sindaco di Roma

Linda Meleo, assessore alle Infrastrutture del Comune di Roma, ha aggiunto su Facebook: “La sicurezza nelle scuole è un obiettivo che stiamo portando avanti anche in virtù di un protocollo di intesa ‘Scuole Sicure’ firmato tra la Prefettura e Roma Capitale nel 2018, per controllare eventuali fenomeni di spaccio nelle scuole. Il Protocollo prevede anche il rafforzamento della presenza del personale di Polizia Locale in prossimità degli istituti scolastici, la realizzazione di campagne educative e formative per potenziare le analoghe attività svolte dalla Questura presso le scuole di Roma e Provincia”.

Il post continua: “Le telecamere, collegate alla Sala Sistema Roma, controlleranno il perimetro esterno degli istituti a 360°. Le immagini saranno immagazzinate ed analizzate dagli agenti di Polizia Locale, prima di essere girate agli inquirenti all’occorrenza. Terminato questo appalto, con l’installazione di tutte le telecamere prevista entro la fine dell’anno, potremo occuparci degli impianti antintrusione nelle scuole. È in corso, attualmente, la gara con un valore di oltre 2 milioni di euro che ci consentirà di mettere al sicuro gli stabili e il materiale riservato alla didattica prevenendo furti e atti vandalici che, purtroppo, si verificano nelle strutture scolastiche di Roma Capitale“.

Seguici su Metropolitan Roma News

Articoli Correlati

- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -