Tendopoli sgomberata a Roma Termini

Dopo due anni di occupazione abusiva, avviata la rimozione una tendopoli grazie all’intervento di Polizia, Carabinieri e Vigili urbani. Le operazioni di rimozione e di identificazione dei senzatetto sono ancora in fase di attuazione.

Le operazioni di smantellamento

Photo Credits t-info.it

Dopo ben due anni di occupazione abusiva, a seguito delle numerose segnalazioni da parte dei cittadini e dei media, il Comune ha ordinato la rimozione della tendopoli situata a ridosso delle Mura Aureliane di Viale Pretoriano, alle spalle della stazione Termini. Sul posto a condurre le operazioni di rimozione i Vigili urbani, Polizia e Carabinieri, con il supporto di una ventina di operatori dell’Ama.

Poco prima dell’inizio della rimozione, intorno alle ore 09:00 di questa mattina, erano presenti all’incirca 40 senzatetto, in particolare richiedenti asilo che vivevano in tende e piccoli rifugi fatti con scatole di cartone. Fortunatamente, non si è ancora verificato alcun episodio spiacevole nel procedere delle operazioni di identificazione delle persone abusive. Quest’ultime saranno poi condotte all’ufficio immigrazione nel caso in cui fossero sprovviste di documenti in regola.

A causa dell’enorme quantità di rifiuti presenti sul prato e sul marciapiede, l’area verrà in seguito bonificata dall’Ama.

Casi particolari

Tuttavia, è giunta notizia che un numero non precisato dei senzatetto presenti nella suddetta tendopoli abbia alcuni precedenti. Per tale ragione, i soggetti saranno condotti negli uffici di via Teofilo Patini, a Tor Sapienza, per poter effettuare accertamenti sulla loro identità.

Diverse anche le persone con problemi di salute, soprattutto di deambulazione, costrette a camminare tramite l’ausilio di stampelle e bastoni.

Riccardo Angiolari

Seguici su Metropolitan Magazine

Pulsante per tornare all'inizio