Home Attualità Cronaca Tragedia a Roma: 27enne muore per meningite non diagnosticata

Tragedia a Roma: 27enne muore per meningite non diagnosticata

Una giovane donna di 27 anni è morta a Roma a causa di una meningite batterica mai diagnosticata. Valeria Fioravanti, la vittima, era mamma di una bambina di soli 13 mesi. I parenti, ora, accusano la malasanità.

Valeria, infatti, ha ricevuto fatalmente tardi la sua diagnosi. Dopo essere stata in 4 diverse strutture ospedaliere, i medici che l’hanno visitata hanno tutti sottovalutato i suoi sintomi, ritardando un intervento che forse, se tempestivo, avrebbe potuto salvarle la vita.

Valeria e la meningite non diagnosticata: i medici hanno sottostimato i suoi sintomi

In foto, Valeria Fioravanti. Fonte larepubblica.it

Secondo quanto riportato da Repubblica, i parenti della vittima sono convinti che la malasanità avrebbe giocato un ruolo cruciale nella morte di Valeria Fioravanti.
La giovane, il giorno di Natale, si sarebbe recata presso il policlinico universitario Campus Biomedico per rimuovere un semplice ascesso. Un paio di giorni dopo Valeria, rendendosi conto di un’infezione in corso sulla ferita, sarebbe tornata al Campus, per essere però rapidamente dimessa.
Il 29 dicembre, però, avrebbe iniziato ad accusare dei forti dolori alla schiena, al collo e alla testa, e avrebbe, quindi, deciso di recarsi al pronto soccorso del Casilino, dove l’avrebbero però liquidata con una diagnosi di cefalea.
Il giorno dopo, però, quando Valeria è tornata nuovamente al pronto soccorso per la persistenza dei dolori, sarebbe stata cacciata via in malo modo, perchè “esagerava”.
Sempre seguendo il racconto di Repubblica, i sintomi sarebbero continuati a peggiorare. Dopo essersi recata al pronto soccorso di San Giovanni, dove le sarebbe stata fatta un’ennesima diagnosi errata, il 5 gennaio si affaccia per Valeria il dubbio che possa essere meningite.
Ormai, però, è troppo tardi: Valeria entra in coma e non si risveglierà mai più.

A detta dei parenti, che si sono raccontati su Repubblica, Valeria avrebbe contratto il meningococco proprio in sede ospedaliera, quando è andata a farsi quel primo banale intervento. Ora, ovviamente, dovranno essere effettuati degli accertamenti medico-legali per far luce su questa tragica situazione.
Intanto, è già stata presentata una denuncia alla polizia.

Giulia Guglielmetti
Seguici su Google News

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here