11 C
Roma
Gennaio 27, 2023, venerdì

Ultime News

”Un Principe in arte Totò” all’OFF/OFF Theatre dal 12 gennaio

- Advertisement -

Arriva all’OFF/OFF Theatre lo spettacolo Un Principe in arte Totò, scritto e diretto da Antonio Grosso, protagonista in scena con Antonello Pascale in un poetico omaggio al grande Antonio De Curtis, per tutti Totò.

Un Principe in arte Totò, l’omaggio al grande Antonio De Curtis

Un Principe in arte Totò,
Ufficio Stampa Carla Fabi e Roberta Savona

Da giovedì 12 a domenica 15 gennaio 2023, arriva all’OFF/OFF Theatre lo spettacolo “Un Principe in arte Totò”, scritto e diretto da Antonio Grosso, protagonista in scena con Antonello Pascale in un poetico omaggio al grande Antonio De Curtis, per tutti Totò.

Lo spettacolo narra le vicende della vita giovanile di uno dei più grandi Attori e Maestri della comicità internazionale che Napoli abbia mai partorito: Antonio De Curtis, in arte Totò. Immersi in un’atmosfera surreale, la pièce racconta le vicende e vicissitudini che l’attore partenopeo ha dovuto affrontare, prima di arrivare al grande successo ed essere riconosciuto a livello nazionale come il vero e proprio “Principe della Risata”. In scena Antonio Grosso nei panni del grande artista, accompagnato da Antonello Pascale che interpreta i diversi personaggi che Totò incontra sul suo cammino: dagli amici, ai parenti, dal popolo che anima le strade del famoso quartiere de La Sanità dov’è cresciuto, agli amori e le delusioni, passando poi per gli artisti che ha conosciuto, gli impresari teatrali ed i commilitoni con cui è partito soldato per servire la patria.

Con “Un Principe in arte Totò, si vuole omaggiare la grandezza del Maestro, in tutte le sue forme, artistiche emozionali e psicologiche, dimostrando che dietro una delle più grandi Maschere del Cinema moderno si nascondeva un animo sensibile che, con tenacia, talento, passione ed umiltà e diventato un’icona della Comicità Archetipa, riconosciuta dai più grandi maestri del Novecento Italiano. Tutti i personaggi prendono vita dalle voci dei due interpreti in scena, unici esecutori di tutte le vicende narrate, secondo i canoni della teatralità italiana. Un lavoro originale perché per la prima volta si porta in scena un periodo della vita di Totò, non conosciuta al grande pubblico.

Articoli Correlati

- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -