13.3 C
Roma
Dicembre 2, 2022, venerdì

Ultime News

Variante del Coronavirus a Roma: preoccupa la diffusione del contagio nelle scuole

- Advertisement -

Sono tredici i casi di variante di Coronavirus accertati nel Lazio, di cui tre sono bambini.

L’allarme della federazione italiana medici pediatri

Il cluster nella scuola elementare del Villaggio Prenestino, riportato ieri dal Messaggero, ha allarmato i pediatri romani. Il timore è infatti che la variante del Coronavirus, più contagiosa, si possa diffondere velocemente nelle scuole, dove gli alunni, molto piccoli, faticano a rispettare le norme sul distanziamento. A confermarlo è l’Istituto Superiore di Sanità: “In termini di trasmissibilità, la variante ‘inglese’ manifesta un aumento per tutte le fasce di età, compresi i bambini“. E’ intervenuta anche la Fimp di Roma (federazione italiana medici pediatri), che ha segnalato 10 recenti casi sospetti di variante inglese all’Istituto Spallanzani. Dichiara la segretaria della federazione Teresa Rongai: “L’allerta è alta. In caso di positività al tampone, conduciamo un’indagine epidemiologica molto più approfondita.”

Segnalati casi di variante del Coronavirus a Roma e provincia

La metà dei contagi accertati tra giovedì e venerdì della settimana scorsa nelle province di Pescara e Chieti è riconducibile alla variante del Corovirus, secondo lo studio voluto dall’Iss. Spiega a questo proposito la segretaria della federazione pediatri: “Anche se i confini delle regioni sono chiusi dal dpcm, alcuni spostamenti per urgenza o necessità sono comunque consentiti. E le 10 segnalazioni che abbiamo sin qui raccolto e analizzato, emerse in contesti diversi, dimostravano un legame con questi territori“.

Per quanto riguarda Roma Capitale invece, la Asl Roma 3 segnala altri 4 casi di variante. La Asl Roma 4 ne aveva segnalati 2 la settimana scorsa, ma dopo i controlli in laboratorio la mutazione è stata esclusa: era la forma di Covid già presente nel nostro Paese. 

Anche lo Spallanzani studia la variante del Coronavirus

Nel Regno Unito la variante del Coronavirus aveva già mostrato una maggior potenzialità di trasmissione. Oltre ad essere più contagioso, il virus sembra determinare una maggior gravità della malattia. Su questo aspetto si stanno focalizzando gli studiosi britannici e anche, a Roma, gli esperti dell’Istituto Spallanzani. L’ospedale infatti in prima linea per la ricerca e la lotta alle malattie infettive, ha deciso di costituire una task force di esperti, dedicandosi completamente alle varianti e analizzando i campioni dei casi sospetti. Anche se fino ad ora nella Capitale è stato riscontrato solo il ceppo inglese, si è costantemente all’opera per scovare nuove varianti.

Seguici su Metropolitan Roma News

Articoli Correlati

- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -