20.1 C
Roma
Settembre 25, 2022, domenica

Ultime News

Roma, donna picchiata a sangue: uomo denunciato ma rimesso in libertà

- Advertisement -

Un’altra violenza, consumata tra le mura domestiche nella Capitale ai danni di una donna, che è stata ritrovata a via Trionfale dai Carabinieri, stordita e in lacrime. La vittima subiva, ormai da tempo, forti violenze. L’uomo è stato denunciato con l’accusa di lesioni personali e maltrattamento, ma, per adesso, si trova in stato di libertà.
L’episodio avvenuto la scorsa notte, è stato uno dei tanti di cui la donna era costretta a vivere ogni giorno. Dopo la segnalazione, i Carabinieri della stazione Medaglie D’oro hanno cercato di mettere fine all’incubo della donna di 44 anni.

La violenza

I Carabinieri sono intervenuti presso un ostello di via Trionfale, dove la coppia alloggiava. Hanno riscontrato una violenza inaudita, un vero e proprio pestaggio a sangue. Pare che tutto sia nato perché la donna gli avrebbe detto di smettere di bere. Cosi l’uomo ha dato il via alla violenza: l’ha inizialmente colpita con un pugno, che ha provocato la perdita dei sensi della donna, cadendo per terra.

Giunti i Carabinieri, hanno trovato la donna stordita e in lacrime con un’ecchimosi sul volto. Ma, nonostante la paura e il dolore, ha trovato la forza e il coraggio di denunciarlo. Davanti ai Carabinieri, ha raccontato di esser stata aggredita senza motivo. Aveva ricevuto un pugno in pieno volto. E qui che la violenza incalza, e l’uomo diventa sempre più rabbioso, tant’è che la donna racconta che, se non fossero sopraggiunte le Forze dell’Ordine, l’uomo avrebbe continuato a colpirla.
La donna è stata trasportata al pronto soccorso dell’ospedale Cristo Re, ed è stata dimessa con una prognosi di oltre 20 giorni.

Il coraggio di denunciare

La vittima è riuscita a denunciare l’uomo, raccontando ai carabinieri degli episodi pregressi di violenza, subiti dall’uomo. Considerando il trauma e le violenze subite, la donna è stata accompagnata presso un centro antiviolenza di Roma. La donna, inoltre, ha riferito che quasi ogni giorno veniva picchiata dal compagno. Era costretta, per non esser picchiata, a dirgli sempre sì. Una volta, racconta la donna, per motivi più che banali, lui l’ha afferrata per i capelli e le ha fatto sbattere la testa al muro. Un’altra, invece, l’ha aggredita prendendola a calci anche sul torace.

L’uomo in stato di libertà

I Carabinieri hanno portato l’uomo in caserma e, dopo averlo denunciato per una serie di reati, hanno deciso di lasciarlo in libertà. Le accuse, di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali, sembrano non essere state abbastanza. Nemmeno l’informativa dei Carabinieri, che hanno assistito alla violenza inaudita, è bastata per far arrestare l’uomo e per scegliere, di essere incisivi e irremovibili sulla tutela della donna.

Valentina Cuffaro

Articoli Correlati

- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -